News in tempo reale

Ritorno in classe, la giunta Lusi scongiura il rischio chiusura per la scuola media

Capistrello. Negli ultimi giorni voci incontrollate avevano allarmato bambini e famiglie sulla imminente chiusura dell’edificio scolastico: per fare chiarezza l’Amministrazione comunale ha convocato per il giorno 7 settembre un’assemblea pubblica con i genitori. Voci e allarmi rivelatisi infondati alla luce dei risultati delle verifiche tecniche effettuate secondo quanto previsto dalla nuova normativa sulla vulnerabilità sismica degli edifici pubblici. L’Amministrazione comunale, infatti, già nel corso dell’anno scolastico passato aveva provveduto a verifiche dapprima con Vigili del fuoco e Genio civile, in seguito chiedendo all’ufficio tecnico comunale di avviare tutti gli approfondimenti del caso. La relazione finale ha stabilito che “…per quanto concerne l’aspetto statico della struttura si può ritenere ad oggi ancora utilizzabile per le attività didattiche”. Così ha commentato il vice sindaco Alessandro Croce “l’incontro con i genitori era un dovere per porre fine a voci infondate e poco prudenti che hanno creato allarmismo a danno dei ragazzi e delle famiglie. Siamo soddisfatti di poter lusi assemblea pubblica a capistrello (2)riaprire l’edificio e comunicare ai genitori i dati rilevati dai tecnici incaricati”. Dunque i risultati permetteranno la riapertura del plesso ma saranno necessari lavori di adeguamento negli anni a venire. “L’edilizia scolastica per noi è una priorità – continua il vice sindaco – in questi anni abbiamo investito più di 500.000 euro nel settore e allo stesso modo inizieremo da subito le opere necessarie all’adeguamento dalle criticità maggiori della scuola media: abbiamo già una gara d’appalto effettuata per lavori pari a 240.000 euro e a questi seguiranno gli altri interventi necessari benché non abbiamo notevoli finanziamenti disponibili come altri comuni marsicani”. In merito alle notizie di stampa dei giorni scorsi, infine dichiara, “ lo stile della nostra amministrazione è di non fare polemiche e strumentalizzazioni di fronte alla sicurezza dei ragazzi. Chi lo fa se ne assume la responsabilità davanti ai propri figli e al paese. D’altronde la politica in questo caso ha dato un buon esempio: la minoranza sulla stampa locale ha promosso l’idea di valutare come positiva la riapertura della scuola proprio come stabilito dall’Amministrazione comunale, a dimostrazione che di fronte alle cose importanti bisogna saper essere costruttivi e positivi.”