News in tempo reale

Rispetto dei limiti di velocità e stop a follia su strade montane, è l’appello di Salviamo l’Orso

Gioia dei Marsi. Con  la buona stagione ed il lungo ponte di Ferragosto si ripropone il problema della circolazione sulla Strada Provinciale 83 “Marsicana “ che attraversa aree di grande importanza naturalistica all’interno SR 83 Marsicana_installazione segnaletica_20_03_14 (22)del Parco Nazionale D’Abruzzo Lazio e Molise. Sono di nuovo di questi giorni numerosissime le segnalazioni che riceve l’associazione Salviamo l’Orso da decine di cittadini su veicoli e specialmente motociclisti che non solo non rispettano il limite di velocita dei 70 Km orari recentemente istituito ma che lo superano di gran lunga impegnandosi in quelle che sembrano delle vere e proprie gare che mettono a repentaglio la vita di tutti coloro che percorrono la strada. I motociclisti si superano a velocita’ elevatissime tagliando le curve ed i tornanti  ed eseguendo manovre spericolate ed imprudenti. L’associazione Salviamo l’Orso che su quella strada ha speso tempo e danaro vede vanificato il proprio lavoro a favore  della  sicurezza della  fauna protetta e degli  utenti  e si chiede cosa fanno per impedire tutto cio’ gli organi competenti. Polizie Comunali, CFS di Gioia dei Marsi e regionale,  Compartimento di Polizia Stradale dell’Aquila, Prefettura , Guardiaparco, “possibile che nessuno di tutti costoro senta il bisogno di attivarsi per reprimere una volta per tutte questo fenomeno che ha ormai caratteristiche di stupidita’ criminale?  Vi e’ bisogno di un incidente mortale per correre ai ripari? I limiti di velocita’ sono facoltativi in Provincia dell’Aquila?”. “Intanto  – conclude l’associazione – aspettiamo ancora che il signor Prefetto o  qualche amministratore di buona volonta’ si decida a installare un paio  autovelox  non solo sulla Marsicana ma  anche sulla SP479 delle Gole del Sagittario (Anversa -Villalago) che soffre dello stesso problema. Aspettiamo un intervento repressivo ed immediato altrimenti alla prima fatalita’ porteremo in tribunale gli Enti responsabili  del mancato  controllo del rispetto dei  limiti di velocita’.”