The news is by your side.

Rifornimenticarburante: le opzioni migliori per i pagamenti online

La nuova legge di bilancio prevede, dal primo Gennaio 2019, molte novità sul fronte del sistema fiscale introducendo misure indirizzate a informatizzare le fatture eliminando man mano l’utilizzo della carta. Queste novità si estendono anche al rifornimento di carburante, specialmente per liberi professionisti e aziende che utilizzano veicoli a scopo lavorativo.

Grazie all’era digitale, è diventato semplicissimo acquistare beni e servizi quasi in tempo reale. Molto utili in questo caso sono le carte prepagate che stanno diventando sempre più diffuse e utilizzate. Per ottenere una carta prepagata è molto semplice e non è necessario possedere requisiti particolari. Proprio per questo motivo, si rivela particolarmente adatta a chi ha difficoltà ad accedere al credito bancario, come i giovani oppure i lavoratori atipici. Per richiederne una non è neppure richiesta la maggiore età: può essere acquistata anche dai minorenni, purché un genitore faccia da garante. Si possono avere carte “reali” (collegate ad un formato fisico in plastica da tenere nel portafoglio) o virtuali (utilizzate per i pagamenti online ma anche, tramite smartphone, nei negozi fisici). Tutte le tipologie di carte prepagate sono state create con lo scopo di tutelare al massimo i fondi del titolare, pur consentendogli di avere un’ampia libertà di movimento.

Da ciò ne risulta anche una facilità nell’acquisto di carburante presso tutte le stazioni di servizio. Sono nate da qualche anno, e diffuse maggiormente dall’inizio del 2019, le carte prepagate per pagare il carburante

I nuovi obblighi

I due principali obblighi relativi ai rifornimenti di carburante imposti dalla legge di bilancio sono:

  • La stazione di servizio (esercente) deve emettere una fattura elettronica tramite il Sistema di Interscambio che deve essere inoltrata all’acquirente tramite PEC.
  • Tutti i pagamenti di carburante devono essere effettuati con mezzi tracciabili in modo da combattere l’evasione fiscale.

Le schede carburante non sono più valide e sono nate le carte carburante, vere e proprie carte di credito, prepagate e non, che semplificano il processo di rendicontazione poiché sono tutte collegate ad un software gestionale.

La soluzione Telepass

Telepass ha creato metodi alternativi per i pagamenti in modo da avvantaggiarsi delle nuove normative. Le nuove offerte dell’azienda permettono infatti di pagare i rifornimenti carburante direttamente tramite il proprio Telepass: questo si può usare con le stesse modalità di  una carta di credito, avvicinandolo al PoS, oppure tramite app per smartphone. Il punto debole risiede nel fatto che al momento solo 1400 distributori in tutta Italia accettano questo metodo di pagamento.

Carte di credito e carte carburante prepagate

Utilizzando una normale carta di credito per i rifornimenti aziendali, si potrà accedere alle detrazioni IVA, verificando le transazioni con gli estratti conto, ma questa potrebbe essere una soluzione costosa poiché soggetta a commissioni su pagamenti superiori a 100 euro. Inoltre, le carte di credito sono molto diffuse per ogni tipo di pagamento e quindi risulta difficile poi ricollegare le transazioni dell’estratto conto alla fattura elettronica del rifornimento carburante.
La soluzione più conveniente, invece, è quella delle carte carburante prepagate. Queste hanno costi di gestione molto più bassi, facilitano la gestione del denaro e aumentano la sicurezza del conto corrente aziendale. Possiamo suddividere le carte carburante in tre categorie:

  • Monomarca: collegate ad una singola marca di stazioni di servizio. Ognuno dei maggiori distributori ha la propria, e consentono di rifornirsi solo presso le stazioni di servizio della rete.
  • Multimarca: consentono di rifornirsi in distributori di marche diverse a patto che siano convenzionati con il servizio scelto.
  • Universale: esiste sul mercato una sola carta completamente universale che permette di rifornirsi dunque in tutte le stazioni di servizio del territorio italiano. L’unica presente sul mercato è Soldo Drive: questa permette di scegliere dove rifornirsi con enormi risparmi poiché si avrà accesso sempre al prezzo migliore.

 

Potrebbe piacerti anche

INFORMATIVA: Questo sito si avvale di cookie per finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso clicca il link. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando su un articolo acconsenti all’uso dei cookie http://www.marsicalive.it/?page_id=66

Questo sito o strumenti terzi si avvalgono di cookie per finalità illustrate nella cookie policy ( http://www.marsicalive.it/?page_id=66 ). Se vuoi saperne di più o negare il consenso consulta la cookie policy. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie

Accetto