News in tempo reale

Registro delle badanti, il sindacato degli Infermieri Nursind non ci sta

Avezzano. E’ a dir poco scandaloso attribuire agli infermieri l’etichetta di coloro che “sussurrano” ai degenti il nome della badante di fiducia. Ppare che gli infermieri “inciucioni” della ASL 1 di Avezzano-Sulmona-L’Aquila passano il tempo a piazzare badanti creando il far-west, così da costringere la Asl a prendere provvedimenti, redigendo un regolamento che disciplina l’ingresso e l’assistenza dei badanti e l’obbligo a iscriversi a un elenco ufficiale. Tutto ciò è inaccettabile, non si può infangare un’intera categoria di professionisti, e se mai ci fossero dei colpevoli, allora si facciano i nomi e i cognomi con le relative prove, altrimenti è meglio non puntare il dito su l’intera categoria. la corsia del reparto in ospedaleNei vari ospedali Abruzzesi non si assume più: ma c’è chi va in pensione, chi è a casa per malattia o maternità e non viene sostituito. Il rimanente dell’organico deve quindi sobbarcarsi turni massacranti, saltare i riposi per garantire sempre e comunque un’adeguata assistenza, essere sempre in prima linea, sopperire alla carenza degli operatori socio sanitari e chi più né ha più né metta. E, in caso di errori, prendersi subito la colpa. Quindi è ingiusto, è ingrato trattare gli Infermieri così, accusandoli di essere dei procacciatori di badanti, invece perché non vengono fatti articoli sulle mille difficoltà giornaliere che questo professionista cronicamente demansionato, sottopagato, vive nelle varie realtà lavorative?! Il Nursind pretende il giusto rispetto per questa preziosa figura professionale.