The news is by your side.

Psicotime#16: chi è il narcisista e come riconoscerlo

PsicotimeAvezzano. Sedicesimo appuntamento con Psicotime, la rubrica in collaborazione con la psicologa Giulia D’Ascanio.

È molto importante saper riconoscere le personalità di un narcisista, perché questo ci dà la possibilità di poterci tutelare. La caratteristica principale delle persone narcisiste è che il loro ego è così grande da non lasciare quasi spazio all’interesse per gli altri.

Si tratta di una problematica relativa alla mancanza di empatia; spesso questi individui sono considerati egocentrici dagli altri. Con il loro comportamento, cercano l’ammirazione altrui e lo fanno elogiando i propri successi per essere considerati i migliori.

Possiamo affermare che l’ego del narcisista si nutre dell’attenzione altrui. Se nessuno lo ammira, se non ha nessuno con cui pavoneggiarsi, il suo potere si affievolisce. È solo allora che il narcisista si confronta con la sua reale mancanza di autostima, cosa che tanto lo terrorizza.

Ecco perché le facce del narcisismo non sono altro che maschere per evitare il vero confronto con se stesso e con gli altri. Avere una conversazione con un narcisista inizialmente può sembrare un’esperienza gratificante. Tuttavia, non tarderà a rivelare le sue vere intenzioni, ossia far sentire inferiori gli altri e approfittarsi di chi lo circonda.

psicotimeI narcisisti vulnerabili.

Le facce del narcisismo che tratteremo per prime riguardano la vulnerabilità. Parliamo di persone che assumono un atteggiamento vulnerabile nei confronti degli altri. Dietro la maschera della fragilità si trova senz’altro una richiesta di attenzioni, una paura atroce di sentirsi inferiori o abbandonati e un tentativo di manipolare chi li circonda.

  • Narcisista dipendente.

La paura dell’abbandono gli fa provare un vuoto tale da dover reclamare costantemente le attenzioni di chi è al suo fianco, su cui fa ricadere tutte le responsabilità. Le sue richieste di considerazione aumentano con il progredire della relazione ed è solito manipolare per evitare di essere lasciato. Quello che cerca è dedizione, nonché essere al centro dell’attenzione e l’unica priorità per il partner.

  • Narcisista martire.

Usa il dolore per giustificare il suo bisogno di supporto, nonostante nessuno sia in grado di soddisfarlo del tutto. Fa in modo che gli altri si sentano legati a lui, facendoli sentire colpevoli di non averlo supportato abbastanza.
Questi narcisisti soffrono di un grande vuoto, impossibile da colmare, e usano la manipolazione come strategia per attirare l’attenzione o l’affetto altrui. Tale dinamica può dare origine a relazioni molto dannose e distruttive.

I narcisisti maliziosi.

Le facce del narcisismo sopra descritte utilizzano la vulnerabilità come arma per attirare l’attenzione altrui ed essere poste al centro di ogni situazione. I narcisisti maliziosi, invece, si servono di tecniche diverse.

  • Narcisista vendicativo.

Usa gli altri per distruggerli e lo fa mentendo, diffamando o calpestando per emergere. Non sopporta di essere in secondo piano. Per questo, cercherà di umiliare e di colpire l’autostima altrui in tutti i modi, soprattutto di quelle persone che percepisce come rivali.

  • Narcisista abbindolatore.

All’inizio appare come una persona gentile e simpatica, ma si tratta di una maschera. La sua bella faccia non è altro che un’arma per conquistare la fiducia di coloro che vuole usare per sentirsi meglio.

  • Narcisista ostile.

Le sue parole sono la sua arma migliore. Le usa per abbattere chiunque lo contraddica, prende ogni parola a lui rivolta come una critica personale. La sua ira può essere placata solo se elogiato come desidera, ossia in maniera esagerata.

  • Narcisista tiranno.

E’ incapace di stabilire relazioni senza cercare di dominare gli altri. Crede di essere superiore e che valgano tutti meno di lui, al punto da considerarli come oggetti. La sua tirannia arriva al punto di voler prevaricare sugli altri con abusi di ogni tipo.

Psicotime

I narcisisti amano essere trattati in maniera speciale. Esigono privilegi e ritengono di dover essere considerati nel migliore dei modi. Tutto questo perché si percepiscono speciali e come tali devono essere trattati. Per questo stesso motivo, il narcisista non permette a nessuno di dargli torto o di criticarlo.

Inoltre, i narcisisti di norma provano una profonda invidia verso le persone che si rivelano migliori di loro sotto uno o più aspetti. La loro invidia può essere aperta o nascosta e, al contrario, sono convinti che gli altri invidino loro per le proprie capacità e i loro traguardi personali.

Una delle caratteristiche che meglio permette di riconoscere un narcisista è la sua incapacità di provare empatia per gli altri. Generalmente il narcisista è incapace di identificarsi con i sentimenti e i bisogni altrui. Ciò non lo porta ad essere capace di amare in maniera sana, a non provare rimorsi né sensi di colpa per le sue azioni sbagliate. Inoltre, sono persone che amano avere tutto sotto controllo, manipolando qualsiasi situazione o persona a proprio favore, senza badare alle conseguenze.

È estremamente importante saper riconoscere questa patologia, onde evitare di cadere nella loro trappola relazionale. Scansare queste relazioni vi risparmierà di essere manipolati o persino psicologicamente e fisicamente violentati. Queste persone, infatti, traggono soddisfazione e forza dagli abusi sugli altri.
Se vi trovate a vivere queste dinamiche e non sapete come uscirne, rivolgersi da un professionista è una risorsa davvero fondamentale.

Giulia D’Ascanio, psicologa clinica

Potrebbe piacerti anche

INFORMATIVA: Questo sito si avvale di cookie per finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso clicca il link. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando su un articolo acconsenti all’uso dei cookie http://www.marsicalive.it/?page_id=66

Questo sito o strumenti terzi si avvalgono di cookie per finalità illustrate nella cookie policy ( http://www.marsicalive.it/?page_id=66 ). Se vuoi saperne di più o negare il consenso consulta la cookie policy. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie

Accetto