News in tempo reale

Progetto Scena Aperta 2020 a Celano: ecco la riprogrammazione degli spettacoli annullati durante la quarantena Covid

Inizio spettacoli ore 21,15. Ingresso Libero e registrazione degli spettatori per il protocollo di anti covid 19

Celano. Al via gli spettacoli del Progetto Scena Aperta 2020 a Celano, Progetto diretto dal Teatro dei Colori in concerto con l’Amministrazione comunale di Celano. Di seguito la riprogrammazione degli spettacoli annullati nel periodo di quarantena Covid.

19 agosto, Largo Cavalieri di Vittorio Veneto (Piazzale ingresso principale del Castello Piccolomini).
Proscenio Teatro in “Cenerentola in Bianco e nero” Testo e regia di Marco Renzi.
Con Mirco Abruzzetti e Simona Ripari musiche originale di Giuseppe Franchellucci e Mario Pierini,
Cenerentola è certamente una delle storie più conosciute e raccontate al mondo, la sua origine si perde
nella notte dei tempi, la prima testimonianza italiana si deve a Giambattista Basile che la riporta nel suo
“Lo Cunto de li Cunti” (1635), mentre le più fortunate e conosciute versioni in occidente sono quelle che ci
sono arrivate da Charles Perrault (1697) e dai Fratelli Grimm (1822), scritture per molti versi simili ma con
importanti differenze, soprattutto nel finale. La nostra visitazione prende spunto proprio da queste
incredibili e diverse maniere di far concludere la vicenda, da una parte Perrault, che perdona le malefatte
della matrigna e delle sue figlie e che vede addirittura Cenerentola accoglierle nel Palazzo dove era andata
in sposa con il Principe, idea ripresa poi da Walt Disney nel suo celeberrimo film d'animazione (versione
bianca). Dall'altra la “zampata” dei Fratelli Grimm, che invece puniscono severamente le sorellastre,
facendole accecare da due colombi nel giorno delle nozze di Cenerentola .

20 agosto, Piazzetta San Giovanni.
Teatro Invito in “In capo al Mondo in viaggio con Walter Bonatti”
con Luca Radaelli, di Federico Bario e Luca Radaelli, Maurizio Aliffi alla chitarra, immagini a cura di Paola
Nessi, tecnica Graziano Venturuzzo e Davide Scaccianoce, organizzazione Elena Scolari
Lo scopo dell’avventura è trovare l’uomo, così avrebbe detto Walter Bonatti. Uno dei più grandi alpinisti di
sempre, l’ultimo grande esploratore. Noi vogliamo ricordarlo raccontando la sua vita, ma soprattutto la
filosofia di un personaggio unico e speciale, che ha cercato di superare i propri limiti come non solo il
campione ma ogni uomo dovrebbe fare. In capo al mondo è uno spettacolo che regala il fascino
dell’avventura e delle conquiste, le esplorazioni nella natura selvaggia, ma è soprattutto un omaggio alla
montagna, che noi, vissuti ai piedi del Resegone e della Grigna, non possiamo non amare. La narrazione si
accompagna alla musica dal vivo, proiezioni di immagini spettacolari ci immergono nelle imprese di Bonatti.
attore e un musicista ci guidano nella più coraggiosa delle spedizioni: la realizzazione dei sogni di un uomo
libero.

22 agosto. Piazzale ingresso principale del Castello Piccolomini.
Teatro dei Colori in “Carnaval” , omaggio a Camille Saint-Saëns e Oskar Schlemmer.
Regia Valentina Ciaccia. Con Andrea Tufo, Valentina Franciosi, Maddalena Celentano, Massimo Sconci.
Carnàval è lo spettacolo della pura gioia! Il gioco dei colori e delle forme, libero ed infinito ! In questo
capitolo della Trilogia Cromatica, le forme geometriche si vestono della meraviglia della natura, con animali
sgangherati e panciuti, fiori e piante caleidoscopiche e fantastiche, buffi esserini che appaiono come
spiritelli ad abitare le note della irriverente, poetica, partitura di Camille Saint-Saëns : Il Carnevale degli
Animali. Ma sarà un magico Arlecchino a condurci nella storia, assieme ad altre maschere coloratissime,
rimbalzanti, giocherellone, tante maschere come nella Commedia dell’Arte…

5 settembre. Piazzetta San Giovanni
Teatro dei Colori in “Il Segreto”, regia e interprete Gabriele Ciaccia, ispirato a Ignazio Silone.
“Il segreto di Luca” fu scritto nel 1956. All’origine del romanzo, come di quelli che lo precedettero e lo
seguirono, c’è l’esperienza personale dello scrittore con molti elementi autobiografici. E’ la storia di un caso
giudiziario. Andrea Cipriani, antifascista esiliato, torna al suo paese, Cisterna dei Marsi, dopo la liberazione.
Tutti ritengono che egli voglia preparare le nuove elezioni e presentarsi candidato, ma i suoi programmi
subiscono un brusco mutamento. Incontra Luca Sabatini, un ergastolano graziato dopo quaranta anni,
condannato per non aver voluto rivelare dove si trovasse la notte in cui un uomo era stato ucciso per
rapina. Luca è finalmente libero perché il vero assassino ha confessato in punto di morte, ma in paese viene
accolto ancora con il sospetto che il colpevole sia lui.
Inizio spettacoli ore 21,15. Ingresso Libero e registrazione degli spettatori per il protocollo di anti covid 19.