The news is by your side.

Prestito Cambusa e Credito Cambusa: la Banca del Fucino scende in campo a fianco delle imprese del settore turistico (e non solo)

323

La stagione turistica è alle porte e le tante imprese abruzzesi che lavorano in questo settore strategico per l’economia della nostra regione devono attrezzarsi per una ripartenza rapida e concreta. Tutto ciò non può che passare attraverso un sostegno del sistema creditizio, che, specie in questo momento, non deve “stringere” la morsa, ma mettersi a fianco degli imprenditori, mostrando un’attenzione particolare alle loro problematiche ed aiutandoli non solo come meri fornitori di denaro, ma come “suggeritori” di operazioni finanziarie giuste. Ecco, in sintesi, il messaggio che Banca del Fucino, lo storico istituto che sta tornando a recitare un ruolo di protagonista sul territorio, ha ufficializzato in un incontro (digitale) svoltosi stamane con tutte le associazioni di categoria e i confidi invitati.

Prestito Cambusa e Credito Cambusa sono i nomi dei due nuovi prodotti finanziari che già da subito sono a disposizione di tutte le imprese abruzzesi, e, in particolare, di quelle impegnate nel settore turistico. Nomi simbolici, ad evocare l’idea del marinaio che, per tornare a salpare il mare in sicurezza verso nuovi lidi e progetti, deve approvviggionare adeguatamente la propria barca, preparandosi anche agli inevitabili momenti di burrasca.

Come ha dichiarato Loreto Iacutone, direttore della filiale Banca del Fucino di Pescara: “Abbiamo raccolto immediatamente le sollecitazioni ricevute dalle varie associazioni di categoria e dal Prefetto di Pescara, che ci hanno chiesto di dare un segnale di aiuto concreto alle imprese del territorio. Siamo ben consci delle difficoltà e dei sacrifici che gli imprenditori devono affrontare per ripartire oggi, in una situazione di mercato asfittico. Col sostegno della nostra Direzione Generale abbiamo allora pensato a due prodotti finanziari da erogare con un iter autorizzativo snello, per dare risposte rapide“.

“Un’apertura di credito fino a 50.000€ per dare alle imprese la liquidità necessaria a sostenere le spese correnti e un prestito fino a 100.000€ per supportare nuovi investimenti e nuove iniziative” (per tutte le informazioni potete rivolgervi alle filiali di Banca del Fucino oppure presso le associazioni di categoria e i confidi territoriali)

Insomma, un ottimo esempio di sano dialogo tra un istituto di credito, che vuole tornare ad essere LA banca del territorio, e le associazioni di categoria e i confidi, che, conoscendo a perfezione le necessità dei propri associati, potranno personalizzare i prodotti proposti adattandoli al meglio ad ogni singolo caso. Un segnale forte e di incoraggiamento, in cui tutti insieme bisogna remare affinchè queste “barche” abruzzesi tornino a salpare e vadano lontano.

Erano invitati all’incontro le seguenti associazioni di categoria e confidi:

    • Confcommercio Pescara
      • Padovano Riccardo (presidente confcommercio)
      • D’Antonio (vice presidente confcommercio pescara)
    • Ascomfidi Pescara
      • Danelli Francesco (presidente Ascomfidi)
      • D’Intino Roberto (consigliere ascomfidi pescara)
    • Confesercenti:
      • Taucci Gianni (Direttore Confesercenti)
      • Tarquini Lorenzo (Area commerciale Confesercenti)
    • Confeserfidi:
      • Di Giacinto Giacomo (consulente commerciale)
      • Ungheri Federica (consulente commerciale)
    • Confcommercio Chieti:
      • Tiberio Marisa (Presidente Confcommercio Chieti)

 

 

INFORMATIVA: Questo sito si avvale di cookie per finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso clicca il link. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando su un articolo acconsenti all’uso dei cookie http://www.marsicalive.it/?page_id=66

Questo sito o strumenti terzi si avvalgono di cookie per finalità illustrate nella cookie policy ( http://www.marsicalive.it/?page_id=66 ). Se vuoi saperne di più o negare il consenso consulta la cookie policy. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie

Accetto