News in tempo reale

Premio personaggio dell’anno a Stefano Pallotta. L’allarme: “giovani giornalisti spesso costretti a subire pressioni e minacce”

Avezzano. Il Comune premia tre personaggi dell’anno della Marsica. Si tratta del giornalista Stefano Pallotta, dell’attore Lino Guanciale e della responsabile della clinica avezzanese Lucia Di Lorenzo.
Nella sala consigliare, alla presenza del sindaco Gianni Di Pangrazio, sono stati resi noti i nomi dei vincitori del premio istituito dall’amministrazione e consegnati i riconoscimenti ai tre personaggi che hanno dato lustro alla Marsica. Stefano Pallotta
Il riconoscimento per il giornalismo è andato a Stefano Pallota, da anni nel mondo della comunicazione, sia in prima linea nei grandi eventi che hanno caratterizzato la storia dell’Abruzzo e dell’Italia con l’Agi (Agenzia giornalistica italiana) e negli ultimi tre mandati, di cui l’ultimo appena iniziato, alla guida dell’Ordine dei giornalisti d’Abruzzo.
Pallotta nel suo intervento ha voluto sottolineare le difficoltà che incontrano i giovani giornalisti nell’intraprendere la difficile professione soprattutto quando vengono pagati 5 euro ad articolo. Poi ha evidenziato come spesso molti giornalisti siano costretti a subire pressioni e come vengano addirittura minacciati per il loro lavoro e per ciò che scrivono.
A Guanciale va il riconoscimento di attore dell’anno. Reduce dal successo della fiction Rai «Che Dio ci aiuti 2», continua a inanellare successi nel mondo della tv e non solo.
Alla Di Lorenzo è stato assegnato il premio per la tenacia con cui tiene le redini della clinica nonostante le difficoltà che sta attraversando il mondo della sanità negli ultimi anni.
Nel corso della cerimonia è stata presentata la partita di calcio, a scopo benefico, tra amministratori della Marsica e giornalisti che si terrà allo stadio di Avezzano domani mattina.