The news is by your side.

Picchia il figlio di sei anni che finisce in ospedale e aggredisce la moglie, sotto processo un marsicano

Avezzano. E’ accusato di aver picchiato  il figlio di 6 anni mandandolo all’ospedale  e di aver aggredito verbalmente la moglie.  Con queste accuse un genitore di Avezzano, 55 anni, è finito davanti al giudice del tribunale di Avezzano accusato del reato di maltrattamenti in famiglia. Ieri mattina la ex moglie ha testimoniato durante un processo a porte chiuse raccontando le aggressioni subite dall’uomo.

Secondo le indagini, coordinate dal sostituto procuratore Lara Seccacini, il genitore avrebbe picchiato più volte il bambino di 6 anni. In una occasione il piccolo è finito al pronto soccorso a causa di un trauma riportato all’orecchio.

Traumi causati da un violento schiaffo alla faccia inferto dal padre. In un’altra occasione, sempre secondo l’accusa, l’uomo lo avrebbe colpito violentemente e di proposito con una pallonata alla testa.
In queste occasioni l’imputato, ieri difeso dall’avvocato Antonio Pascale, avrebbe inoltre aggredito verbalmente la moglie.

Dopo diversi episodi, la donna si sarebbe decisa a presentare una denuncia ai carabinieri. Dopo le indagini il  suo ex è stato rinviato a giudizio ed è finito sotto processo, prima per stalking e poi per maltrattamenti sotto il tetto coniugale, reato variato nel corso dell’ processo. La parte civile era rappresentata dall’avvocato Moreno Persia.

Potrebbe piacerti anche

INFORMATIVA: Questo sito si avvale di cookie per finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso clicca il link. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando su un articolo acconsenti all’uso dei cookie http://www.marsicalive.it/?page_id=66

Questo sito o strumenti terzi si avvalgono di cookie per finalità illustrate nella cookie policy ( http://www.marsicalive.it/?page_id=66 ). Se vuoi saperne di più o negare il consenso consulta la cookie policy. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie

Accetto