News in tempo reale

Piacente (Pd): mancato rimborso ai comuni per emergenza neve 2012 è uno scandalo

Capistrello. E’ appena passata la pausa estiva ma i comuni abruzzesi già pensano all’inverno e alla neve. Anzi non hanno mai smesso di pensarci perché ormai da molti mesi attendono inutilmente il rimborso per le spese sostenute durante l’emergenza neve del 2012. “ Per mesi il Presidente Chiodi si è occupato della data del voto e ora che ha deciso di rinviarlo addirittura al maggio prossimo speriamo possa occuparsi del territorio – così il vicesegretario provinciale del PD Francesco Piacente – in queste settimane i comuni stanno deliberando gli atti di bilancio e le difficoltà sono enormi per far quadrare i conti. La già grave condizione economica dei comuni sarà ulteriormente penalizzata da un governo regionale che non rispetta gli impegni e Francesco Piacentetutto questo costringerà le amministrazioni comunali all’aumento delle tasse locali a discapito dei cittadini. Per non parlare dei gravi danni che hanno subito le imprese a causa dei ritardi nei pagamenti. Insomma un vero e proprio scandalo”. Nei mesi scorsi più volte i consiglieri regionali e un comitato di sindaci si erano occupati della questione strappando promesse e impegni alla Regione. “Il lavoro svolto dal nostro gruppo regionale – continua Piacente – è stato molto sollecito portando all’approvazione, nel lontano settembre 2012, di una risoluzione che impegna il Presidente Chiodi a reperire le risorse necessarie. Anche il comitato dei Sindaci presieduto dal Sindaco di Magliano ha svolto un buon lavoro. Ma visto che nessun risultato concreto è stato raggiunto bisogna alzare il livello della contestazione: se necessario dovremo sostenere con forza i nostri sindaci e tutti gli amministratori del territorio per un’azione legale che veda i comuni impegnati a far valere i diritti dei cittadini e dunque ottenere i rimborsi delle ingenti spese sostenute per non scaricare sulle spalle dei contribuenti, e nelle loro tasche, gli inadempimenti del governo regionale”.