News in tempo reale

Parte a Ovindoli la raccolta porta a porta, da domani via i cassonetti nelle strade

Ovindoli. Partirà ufficialmente il 2 febbraio il servizio di raccolta differenziata “porta a porta” ad Ovindoli.Nell’ambito del servizio integrato di raccolta Porta a Porta nei comuni di Lucoli, Ovindoli, Raccolta porta a portaRocca di Cambio e Rocca di Mezzo, il Comune di Ovindoli, designato Comune capofila, a seguito di una gara d’appalto condotta dall’Ufficio Tecnico comunale, si occuperà per i prossimi 7 anni, della gestione del servizio sull’intero Altopiano delle Rocche, attraverso la soc. ATI C.N.S., aggiudicatrice della gara.

Il primo step, avviato a dicembre 2014, ha riguardato un’intensa campagna di informazione e comunicazione rivolta a cittadini ed utenti, nonché la distribuzione sull’Altopiano di tutto il materiale domestico necessario alla raccolta. Dal prossimo lunedi 26 gennaio inizierà, ad Ovindoli, la rimozione dei cassonetti stradali e si potrà cominciare con l’esposizione dei mastelli, che diventerà definitiva ed obbligatoria a partire appunto dal 02 febbraio.
“Nella raccolta porta a porta ogni giorno è dedicato alla raccolta di un singolo rifiuto, secondo il calendario consultabile all’interno dei materiali informativi consegnati a tutti gli utenti, che dovranno esporre all’esterno delle proprie abitazioni le attrezzature per la raccolta.
“Si tratta di iniziare un nuovo percorso – afferma il Vicesindaco Marco Iacutone, Assessore con delega all’ambiente- che mira a migliorare la qualità della vita ed assicurare a noi tutti un paese più pulito e moderno. Un importante obiettivo che questa Amministrazione ha raggiunto mantenendo fede al programma di governo, nella convinzione che, con l’aiuto di turisti ed ovindolesi, si possano raggiungere grandi risultati in termini percentuali per quanto concerne la raccolta differenziata. Con il nuovo sistema di raccolta ogni cittadino diventa responsabile dei propri rifiuti. Pertanto, è auspicabile che ognuno garantisca, soprattutto in questa fase iniziale, piena comprensione laddove dovessero presentarsi difetti in fase di raccolta. Ad ogni modo, solo attraverso la collaborazione e l’impegno di tutti, sarà possibile raggiungere un nuovo equilibrio, garantendo un servizio di qualità e soprattutto maggiore decoro e pulizia al paese.
Con il nuovo appalto si auspica di raggiungere – conclude Iacutone – gli obiettivi di raccolta differenziata di almeno il 65%, senza aumento di costi nei confronti dell’utenza”.