The news is by your side.

Nuovo atto vandalico contro il sacerdote, gomme dell’auto squarciate durante il rosario

Tagliacozzo. Ancora un episodio spiacevole per il parroco della chiesa della Madonna dell’Oriente, padre Basilio. Ieri, in pieno pomeriggio, passate le 18, qualcuno è riuscito nuovamente a squarciare le gomme dell’auto del sacerdote, parcheggiata come di solito al di fuori della struttura ecclesiastica. Le motivazioni rimangono ancora ignote, tuttavia sembra ci fossero diversi presenti.

A quell’ora, infatti, Basilio stava recitando il rosario con alcuni dei suoi fedeli, quando all’improvviso un forte frastuono, proveniente dall’atrio della chiesa, ha interrotto il rito. Alcuni sono usciti fuori, compreso il parroco che ha ritrovato lo stato degradante della sua macchina. Tra la piccola folla creatasi, sembra che qualcuno abbia visto un uomo fuggire con la sua auto, ma nulla di certo. Il parroco non ha voluto esporre denuncia, ma sono in corso le indagini dei carabinieri giunti sul posto per indagare sul secondo atto vandalico nel giro di pochi di giorni ai danni di padre Basilio. E, soprattutto, quale sarà il motivo che spinge a compiere ritorsioni contro un sacerdote?

Certo è che negli ultimi anni l’attività del santuario, che è anche parrocchia, è stata rilanciata sia dal punto di vista delle iniziative religiose, sia per quanto riguarda l’attività pastorale in genere come la riapertura del museo orientale.

Il vescovo dei Marsi Pietro Santoro ha rinnovato nel corso della recente festa della Madonna dell’oriente, la sua fiducia nei confronti del Frate carmelitano.

Potrebbe piacerti anche

INFORMATIVA: Questo sito si avvale di cookie per finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso clicca il link. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando su un articolo acconsenti all’uso dei cookie http://www.marsicalive.it/?page_id=66

Questo sito o strumenti terzi si avvalgono di cookie per finalità illustrate nella cookie policy ( http://www.marsicalive.it/?page_id=66 ). Se vuoi saperne di più o negare il consenso consulta la cookie policy. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie

Accetto