The news is by your side.

Nella Marsica il Covid si è diffuso con le feste in estate tra i giovani, emerge dai tracciamenti

È la tesi dell'infettivologo Grimaldi, primario del San Salvatore

Avezzano. “La circolazione in provincia dell’Aquila è cominciata durante l’estate con i diffusori individuati con i soggetti più giovani, legati ad assembramenti, feste e manifestazioni di socialità”.
Lo afferma il primario del reparto di malattie infettive dell’ospedale San Salvatore dell’Aquila, Alessandro Grimaldi, nel fare il punto sulla emergenza Coronavirus nella provincia aquilana, interessata da settimane da un’impennata di contagi che hanno messo in ginocchio il sistema sanitario, con drammatica carenza di posti letto e di personale.

“Poi, con le scuole e con il rientro nei nuclei familiari, i giovani hanno trasmesso il contagio e le corsie degli ospedali si sono affollate. È una ricostruzione che emerge dall’analisi del tracciamento dei tamponi” conclude l’infettivologo.

Potrebbe piacerti anche

INFORMATIVA: Questo sito si avvale di cookie per finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso clicca il link. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando su un articolo acconsenti all’uso dei cookie http://www.marsicalive.it/?page_id=66

Questo sito o strumenti terzi si avvalgono di cookie per finalità illustrate nella cookie policy ( http://www.marsicalive.it/?page_id=66 ). Se vuoi saperne di più o negare il consenso consulta la cookie policy. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie

Accetto