News in tempo reale

Nel cuore delle donne: screening gratuito dedicato alle donne in piazza ad Avezzano

L’evento si terrà sabato 18 in piazza Risorgimento

Doppio screening gratuito dedicato alle donne, riguardante il tema delle malattie cardiovascolari e le patologie del cavo orale. Questo al centro dell’iniziativa che si terrà nel pomeriggio di sabato 18 giugno in piazza Risorgimento ad Avezzano.

Una giornata organizzata dalla Commissione di Medicina di Genere dell’Ordine dei Medici della Provincia dell’Aquila (dottoressa Anna Aracu, dottoressa Renata Petroni, dottoressa Giulia Michelini, dottoressa Laura Santucci), in collaborazione con la Croce Verde di Avezzano Onlus e la Casa di Cura Di Lorenzo.

“Io faccio parte della commissione di genere dell’Ordine dei Medici della provincia dell’Aquila”, ha dichiarato la dottoressa Renata Petroni, “con la quale abbiamo deciso di organizzare una seria di eventi per la popolazione, specialmente quella femminile. La medicina di genere si occupa di dare una maggiore attenzione al genere femminile perché ci sono delle differenze di manifestazioni cliniche nelle varie patologie tra uomini e donne, sia dal punto di vista sintomatologico che terapeutico. L’interesse è quindi di consapevolizzare la cittadinanza su questa differenza”.

“Quello di sabato”, ha continuato, “sarà il primo di una lunga lista di eventi che vogliamo presentare e consisterà nella somministrazione di screening gratuiti con valutazioni dei fattori di rischio a livello cardiovascolare e parodontale. L’obiettivo è quello di coinvolgere, con il tempo, tutte le strutture ospedaliere della Asl 1 per proporre uno screening completo a 360 gradi“.

Ecco la modalità con cui si eseguirà questo screening:

1. Screening Cardiovascolare.
Le malattie cardiovascolari rappresentano la prima causa di morte al mondo; è noto come tali patologie nella donna si verifichino in particolare nel periodo post-menopausale ma è altrettanto noto il valore dello screening dei fattori di rischio in tutte le fasce di età al fine di applicare una metodologia di prevenzione PRIMARIA; Pertanto, verrà eseguita la seguente valutazione:

  • misurazione della pressione arteriosa;
  • raccolta dei dati anamnestici tramite apposita scheda che raccolga i seguenti dati: fattori di rischio parzialmente modificabili, fattori di rischio non modificabili, fattori di rischio modificabili;
  • compilazione della tabella del rischio cardiovascolare. Alle pazienti verrà rilasciato un referto scritto su tutto lo screening effettuato con indicazioni ad eseguire visite specialistiche qualora ritenute opportune.

2. Screening parodontale.
Da tempo la comunità scientifica porta avanti numerosi studi che evidenziano come la malattia parodontale sia spesso associata a cardiopatia, e altre patologie come il diabete e l’ipertensione. Le infezioni croniche, quale è la malattia parodontale, sono spesso associate ad una maggiore probabilità di sviluppare una cardiopatia.

Rappresentano inoltre un fattore di rischio, per pazienti cardiopatici o diabetici, a causa della reazione sistemica infiammatoria ed immunologica di risposta all’infezione. Esiste inoltre un’importante correlazione tra malattia parodontale e cicli ormonali femminili. Gravidanze e allattamenti possono provocare diverse manifestazioni infiammatorie del cavo orale.

Durante la menopausa la sintomatologia della malattia parodontale viene ulteriormente amplificata dal peggioramento dei processi di rigenerazione ossea. In ultimo ma non meno importante sono da considerare altri fattori quali uso e abuso di fumo e alcool così come fenomeni depressivi, cofattori che vanno ad aggravare la condizione delle patologie della bocca, così come tutte le sopracitate patologie sistemiche.

Partendo da questi presupposti, e volendo identificare come gruppo di interesse per questo lavoro, una forbice di popolazione femminile di età compresa fra i 40 ed i 55 anni, cioè un gruppo rappresentativo di un fenomeno quale” pre” e “menopausa”, risulta evidente come evidenziare ed informare tale fetta di popolazione diventa fondamentale per creare una strategia di attacco e prevenzione precisa ed efficiente.

La compilazione di una specifica cartella anamnestica e la ricerca e l’informazione mirata di eventuali segni e sintomi possono secondo noi essere di grande utilità nella diagnosi precoce di tutte le sopracitate patologie.