News in tempo reale

Mutuo per costruire un edificio scolastico e nuovo dirigente, scoppia la polemica ad Aielli

Aielli. L’amministrazione comunale di Aielli chiede un mutuo per costruire un nuovo edificio scolastico e divampa la polemica. Il gruppo politico Primavera Aiellese chiede chiarimenti anche su una nomina di un nuovo dirigente.  “Accendere un mutuo a pochi mesi dal rinnovo delle cariche elettive, per un’opera pubblica che secondo i proclami dell’attuale Giunta doveva essere realizzata solo con fondi regionali, è una scelta scorretta e poco lungimirante” afferma il  rappresentante dell’associazione Enzo Di Natale che,  continua “ Ciò che però maggiormente  turba i nostri pensieri è stata l’operazione alla pianta organica effettuata qualche giorno precedente la richiesta di prestito, in sostanza una sostituzione di dirigenti. La classe, banchi vuoti a scuolarichiesta di indebitamento infatti è stata avallata  dal nuovo responsabile dell’area economica.  L’approvazione della richiesta di mutuo è stato  il primo atto ufficiale del neo  dirigente arrivato dal comune di Capistrello.  Comune in cui ricopriva sempre il ruolo di responsabile ufficio economico-finanziario. Considerando che il Comune di Capistrello, a fine 2008, è stato l’unico comune marsicano ad essere stato commissariato perché in dissesto economico e considerando che, da un ruolo dirigenziale discendono oneri oltre che onori, allora le nostre paure diventano incubi. Il sospetto è che il fine ultimo della sostituzione dirigenziale avvenuta nel nostro comune sia stato solo una garanzia per un pericoloso incremento della spesa pubblica. Non è nostro compito giudicare la professionalità dei dipendenti pubblici. Nostro compito è però sorvegliare l’operato dell’attuale amministrazione aiellese. Per questo poniamo sul tappeto della politica aiellese le nostre riflessioni e le nostre domande. E ci domandiamo, ad esempio, perché scegliere, per  un ruolo così delicato,  un dirigente che precedentemente svolgeva le sue mansioni nell’unico comune marsicano commissariato per eccessivo indebitamento?”