The news is by your side.

Morte Alberto Valentini, i familiari denunciano: stava bene fino a 2 ore prima, richiesta l’autopsia

13.103

Avezzano. Una denuncia è stata presentata dai familiari del giovane di Tagliacozzo, Alberto Valentini, morto a soli 41 anni a causa del covid pur non avendo malattie pregresse. Molto conosciuto nell’intera Marsica per la sua attività di ambulante è morto poche ore dopo il padre Giovanni, di 73 anni, anche lui deceduto per complicanze dovute al virus.

I familiari ora però chiedono che venga eseguita un’autopsia sul corpo di Valentini e per questo si sono rivolti a un legale per fare luce sull’accaduto. Secondo quanto appreso, infatti, il giovane aveva contratto il covid19 circa 20 giorni fa e successivamente era stato ricoverato all’ospedale di Avezzano.

Era arrivato venerdì 9 aprile della scorsa settimana nella struttura ospedaliera della città a causa di un peggioramento delle sue condizioni di salute. In tanti a Tagliacozzo continuavano a chiamarlo e a tenersi in contatto con lui fino a ieri sera. “Prima di contrarre il virus”, chiariscono nella richiesta inoltrata dagli avvocati Luca e Pasquale Motta alla Procura di Avezzano, “non aveva mai sofferto di malattie rilevanti ed era un vero e proprio sportivo”.

Il giorno della morte le sue condizioni, secondo quanto sostenuto dai legali che assistono il familiare, erano relativamente buone tanto che “era in grado di gestirsi autonomamente rispondendo al telefono senza problemi”. L’ultimo contatto con degli amici è stato alle 18.30, poi la notizia della sua morte arrivata come una doccia gelata tra quanti lo conoscevano. E’ stato per questo chiesto il sequestro delle cartelle cliniche e l’autopsia. La data dei funerali non è stata ancora fissata. “Improvvisamente è in maniera davvero inspiegabile le sue condizioni sono peggiorate nell’arco di un paio d’ore fino alla morte”, affermano i legali.

“Considerato che in virtù della sua giovane età, del progresso ottimo stato di salute di sportivo, del fatto che egli sia deceduto in un paio d’ore, passando da una condizione di assoluta gestibilità a una morte inspiegabile e improvvisa”, precisano i legali, “si chiede che la procura della Repubblica di Avezzano accerti valuti se ne hai fatti, atti e comportamenti siano rinvenibili fattispecie penalmente rilevanti procedendo In caso affermativo, nei confronti dei soggetti responsabili, effettuando necessariamente l’autopsia sul cadavere del giovane e nel contempo acquisire tutte le cartelle cliniche in modo da valutare che vi siano stati errori o omissioni da parte delle personale deputato”.

INFORMATIVA: Questo sito si avvale di cookie per finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso clicca il link. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando su un articolo acconsenti all’uso dei cookie http://www.marsicalive.it/?page_id=66

Questo sito o strumenti terzi si avvalgono di cookie per finalità illustrate nella cookie policy ( http://www.marsicalive.it/?page_id=66 ). Se vuoi saperne di più o negare il consenso consulta la cookie policy. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie

Accetto