News in tempo reale

Montelisciani (SEL): “Portiamo in Regione la battaglia per la sanità pubblica”

Tagliacozzo. Nell’Assemblea Regionale di Sinistra Ecologia Libertà dell’Abruzzo, svoltasi a L’Aquila  lunedì, il membro della Segreteria Regionale del Partito Vincenzo Montelisciani (che è anche Consigliere d’opposizione al Comune di Tagliacozzo) ha relazionato sul tema della sanità e in particolare sui provvedimenti della ASL Avezzano-L’Aquila-Sulmona che prevedono il declassamento del Pronto Soccorso di Tagliacozzo a Punto di Primo Intervento. Montelisciani ha stigmatizzato l’inerzia dell’Assessore Regionale alla Sanità Silvio Paolucci (PD) e i provvedimenti del Manager della ASL Silveri, contro cui il Comitato pro-Ospedale di Tagliacozzo ha intentato un ricorso (con il sostegno del Comune) che verrà discusso mercoledì davanti al TAR Abruzzo. “Sinistra Ecologia Libertà – afferma Montelisciani – si è sempre contraddistinta per la forza e la coerenza che ha profuso nella battaglia in difesa del diritto alla salute. Qui non si tratta di una battaglia di campanile, ma della difesa dell’idea di sanità scritta nella Costituzione, come servizio pubblico e universale. Attaccare i pronto soccorso significa colpire presidi fondamentali e strategici per la salute e la sicurezza di interi territori. Questo vale ancora di più per le aree vincenzo monteliscianiinterne e di montagna, che già scontano un deficit di partenza nell’organizzazione della loro rete ospedaliera soprattutto in considerazione della difficile conformazione di tanti territori e che non possono essere ulteriormente sacrificate. SEL dimostra, anche su questo tema, che una forza di sinistra può rimanere coerente con i propri principi anche quando assume responsabilità di Governo, non solo dall’opposizione (quando è indubbiamente più facile). Sono sicuro che sapremo corrispondere alle esigenze dei cittadini così come sta egregiamente facendo il nostro Assessore Mario Mazzoca nei settori di sua competenza.” La posizione di Montelisciani ha ricevuto il consenso unanime del partito regionale (che già aveva parlato in questi termini nel suo programma elettorale) e dello stesso assessore. Sinistra Ecologia Libertà Abruzzo, con un comunicato stampa di oggi, esprime la sua “ferma condanna verso gli atti manageriali che si stanno abbattendo sulle strutture sanitarie dei diversi territori e chiede un deciso intervento politico in grado di reindirizzare l’azione della regione e di modificare i provvedimenti manageriali in materia di sanità, spesso ispirati più a criteri aziendalistici e ragionieristici, che non all’effettiva tutela del diritto alla salute”.