News in tempo reale

Maturità, prima fatica per mille studenti marsicani, vincono ricerca scientifica e Storia

Avezzano. Saggio breve e articolo di giornale sulla ricerca scientifica, ma anche gli omicidi politici. Sono queste le due tracce scelte dai ragazzi marsicani per la maturità 2013. MarsicaLive ha incontrato gli studenti all’uscita delle scuole per fare un bilancio di questo primo giorno di esami.  Se la parola “esame” deriva dal latino ‘examen’, originariamente tradotto con ‘ago della bilancia’, è di certo perché queste prove, dalle più semplici e banali alle più complesse, rappresentano importanti valichi verso il futuro. Uno dei primi esami che si affronta nella propria vita è la maturità o esame di stato. Queste parole certamente roboano sia nelle menti di chi questo “peso” se l’è tolto, sia di chi preferirebbe, di certo, parlarne come fosse un ricordo. Particolarmente in questi giorni, gli studenti si tengono informati su internet, dove si trovano le più disparate ipotesi su gli argomenti che potrebbero essere oggetto d’esame. Le uniche, salde certezze, però, sono tre date: il 19, il 20 e il 24 giugno, giorni in cui si svolgeranno le tre prove scritte, altra questione è la prova orale. Gli scritti sono così divisi: la prima prova, riguarda la lingua italiana, la seconda, è di indirizzo, e la terza, è elaborata dalla commissione. Le materie scelte dal ministero dell’istruzione, dell’università e della ricerca (Miur) per ogni indirizzo, nell’ambito della seconda prova, sono le seguenti: per il Liceo classico: Latino; Liceo scientifico: Matematica; Liceo linguistico: Lingua straniera; Liceo pedagogico: Pedagogia; Liceo artistico: Disegno geometrico, Prospettiva, Architettura. Riguardo agli istituti tecnici, invece: Istituto tecnico commerciale (ragionieri): Economia aziendale; Istituto tecnico per geometri: Tecnologia delle costruzioni; Istituto tecnico per il turismo: Lingua straniera. Per gli istituti professionali: Istituto professionale per i servizi alberghieri e della ristorazione: Alimenti e alimentazione; Istituto professionale per i servizi sociali: Psicologia generale e applicata; Istituto professionale per Tecnico delle industrie meccaniche: Macchine a fluido. Quest’anno affronteranno tale prova 500 000 giovani in tutta Italia, 848 solo ad Avezzano. Le scuole con il maggior numero di maturandi sono il Liceo Scientifico “Vitruvio Pollione”, con 277 ragazzi, e l’Itis “E. Maiorana” con 196 alunni. La vera novità è, però, il “bonus maturità”, introdotto con un Decreto dal nuovo ministro Maria Chiara Carrozza. Esso modula l’assegnazione del bonus (che va da 1 a 10 punti) ed è finalizzato a favorire l’accesso alle facoltà a numero chiuso, tali prove d’accesso, inoltre, sono state posticipate, dalla seconda metà di luglio, a inizio settembre. Il bonus è destinato unicamente a candidati il cui punteggio nell’esame di stato risulti almeno pari e non inferiore a 80/100.

L’analisi di testo era tratta da «L’infinito viaggiare» di Claudio Magris. Il tema generale era invece «La vita non è solo lotta di competizione ma anche trionfo di cooperazione e creatività». Il tema letterario affrontava la relazione tra individuo e società di massa attraverso testi di autori come Pasolini, Canetti e Montale. Per il tema storico sono stati scelti i Brics (Brasile, Russia, India, Cina e Sudafrica), mentre per quello storico-politico si è proposta la questione degli omicidi politici: da Moro a Mussolini fino alla ex Jugoslavia. Per il tema socio-economico la traccia proponeva Stato, mercato e democrazia, corredata da testi di autori come Krugman, Pirani e Zingales. Infine, il tema scientifico ha chiesto una riflessione sulla ricerca sul cervello. (g.s.)