News in tempo reale

Marsilio arriva nella Marsica e chiama a raccolta “i suoi”, polemica sul summit carbonaro

Trasacco. Era stato annunciato come un incontro “bilancio” post amministrative. Alla fine invece la visita del presidente della Regione Abruzzo, Marco Marsilio, si è rivelato un summit del centrodestra al quale non hanno preso parte il sindaco dell’Aquila, Pierluigi Biondi, il coordinatore provinciale di Forza Italia, Gabriele De Angelis, e il coordinatore della Lega, Tiziano Genovesi, ma i consiglieri regionali marsicani, Mario Quaglieri e Simone Angelosante, e i sindaci e gli amministratori del territorio.

L’incontro si è svolto a Trasacco, nella sala consiliare messa a disposizione dal primo cittadino, Cesidio Lobene. Marsilio ha avuto modo di dialogare con i numerosi presenti facendo il punto su quelle che sono le varie progettualità in atto per il territorio. Un modo per ribadire l’impegno e l’interesse della Regione per la Marsica dopo le polemiche delle scorse settimane in merito soprattutto al progetto dell’impianto irriguo del Fucino. Ma anche una risposta al Partito democratico e agli amministratori locali che avevano sollevato dubbi sui 50milioni di euro per il Fucino, sul futuro del Crua e sui ricavi della vendita del Covalpa.

Non sono mancate certamente rimostranze per il discorso “a senso unico” di Marsilio che di fatto ha parlato solo agli amministratori di centrodestra e per le modalità dell’assemblea presentata inizialmente come un incontro tra i coordinatori provinciali di centrodestra, con tanto di convocazione alla stampa, e rivelatosi poi un summit dallo stile “carbonaro” voluto per fare chiarezza su alcuni punti.

“Un centrodestra nella Marsica che ritrova la sua unità, vista la presenza dei molti sindaci intervenuti all’incontro a Trasacco, con il presidente della Regione Abruzzo, Marco Marsilio”, ha commentato il capo di gabinetto del presidente, Massimo Verrecchia, “un dato politico importante rappresentato dalla maggioranza dei sindaci marsicani che hanno apprezzato il lavoro e soprattutto il riscontro tra quanto affermato falsamente e strumentalmente nei giorni scorsi, dai soliti avversari politici. Insomma più la sinistra e pseudo civici di sinistra (tra cui quelli di maggioranza al Comune di Avezzano) utilizzano argomentazioni false e strumentali più il centrodestra vince e convince con i fatti. Vedasi le ultime provinciali e il comune dell’Aquila. Avanti così”.