News in tempo reale

Castellafiume, arriva l’acqua minerale a dieci centesimi che sgorga dalla fontanella

Castellafiume. Gli italiani bevono una media anno di 195 litri di acqua minerale (primi in Europa e terzi nel mondo dopo gli Emirati arabi e Mexico). Dalle fonti alla tavola il trasporto dell’acqua mette in movimento qualcosa come 480mila tir che potrebbero fermare una coda ideale di ottomila chilometri. L’82 per cento delle acque viaggia su gomma. Anche per tali motivi, l’Amministrazione di  Castellafiume, in linea con l’impegno ambientale intrapreso da qualche tempo, anche come membro ufficiale dell’Associazione “Borghi Autentici d’Italia”, ha deciso di installare nella piazza del paese il fontanello di acqua minerale che sarà inaugurato entro la fine del mese. Sono già stati predisposti gli spazi. Si tratta di un impianto che, collegato alla rete  pubblica,  distribuirà acqua minerale, resa refrigerata, gassata e liscia, e verrà erogata al prezzo di 10 centesimi al litro. L’utente verrà munito anche di un kit di sei bottiglie che saranno utilizzate per prelevare ogni volta l’acqua. Tutto ciò al fine di valorizzare l’acqua di rete, a chilometro zero, delle sorgenti rinomate dei Monti Simbruini, eliminando o riducendo il consumo di bottiglie di plastica, e fornendo un ulteriore servizio ai residenti e ai turisti a un costo estremamente competitivo. «Qualcuno la chiama “l’acqua di casa mia”», ha affermato il sindaco Aurelio Maurizi, «ma in questo caso la potremmo chiamare “l’acqua di Nerfa”. Vogliamo continuare il percorso virtuoso per aumentare  la qualità della vita nel  ridente centro dell’incantevole Valle Nerfa». La fontana torna quindi alle origini, non più solo come arredo ma anche servizio pubblico nel senso più ampio. Un sistema che, promuovendo l’acqua di rete, esaltandone le caratteristiche di qualità e sicurezza, riscopre un  valore importante della tradizione (diventare un punto che favorisce l’aggregazione e la socialità) unito ad un sistema di fontana contemporanea che fa uso delle più moderne tecnologie per la sicurezza e la qualità dell’acqua. Tutto ciò con una attenzione particolare all’ambiente utilizzando le nuove risorse per risparmiare energia e ridurre la produzione di rifiuti plastici con i conseguenti problemi di smaltimento. «I vantaggi per una politica di sviluppo sostenibile», ha commentato il primo cittadino, «sono immediati ed evidenti».