News in tempo reale

Marocchino trovato in possesso di coca e hashish, arrestato a Trasacco dai carabinieri

Trasacco. Trovato in possesso di sostanze stupefacenti ai fini di spaccio: tratto in arresto, dai Carabinieri di Trasacco, Hammadi El Ghiabi, di 25 anni, bracciante agricolo e cittadino extracomunitario di origine marocchina residente in Trasacco. I Carabinieri della Stazione di Trasacco, nell’ambito di una mirata attività volta a contrastare i reati inerenti le sostanze stupefacenti, da qualche giorno stavano tenendo sotto osservazione i pressi di alcuni bar di detto centro dove erano stati segnalati “movimenti” sospetti di cittadini extracomunitari intenti a spacciare sostanze stupefacenti. Proprio nel corso di tale attività, in base a specifici elementi operativi che hanno indotto a procedere in tal senso, si è proceduto alla perquisizione personale del suddetto cittadino extracomunitario di origine marocchina. Nel corso di tale atto, lo stesso è stato trovato in possesso di 2 grammi di sostanza stupefacente tipo “cocaina” e oltre 4 grammi di sostanza stupefacente tipo “hashish”, tutta già ripartita in dosi per essere immessa nel “mercato” locale. Fra l’altro, l’uomo è stato trovato in possesso della somma di 880 euro in banconote di vario taglio, ritenuta provento dello spaccio e, quindi, sottoposta a sequestro. Hammadi EL GHIABI, sulla scorta degli elementi acquisiti è stato, pertanto, tratto in arresto per “detenzione ai fini di spaccio di sostanze stupefacenti” e, conseguentemente, è stato associato presso la Casa Circondariale di Avezzano a disposizione del Pubblico Ministero della Procura della Repubblica di Avezzano, Dr. Guido Cocco, titolare del relativo procedimento penale. Nel corso della stessa serata i Carabinieri del N.O.R. della Compagnia di Avezzano hanno dato esecuzione ad una “ordinanza di applicazione di misure cautelari” emessa dal G.I.P. del Tribunale di Avezzano, Dr. Paolo Andrea Taviano, su richiesta del Pubblico Ministero della Procura della Repubblica presso il Tribunale di Avezzano, Dr. Guido Cocco. In particolare, la misura, che prevede la custodia cautelare in luogo di cura presso un reparto dell’ospedale civile di L’Aquila, è stata applicata nei confronti di L.M. di 37 anni di Avezzano il quale lo scorso febbraio si era reso responsabile di violenza e resistenza nei confronti di un equipaggio dell’Aliquota Radiomobile intervenuto, unitamente a personale del “118”, presso l’abitazione dell’uomo in conseguenza di alcune situazioni comportamentali. In quella occasione sia i militari e sia il Medico del “118” riportavano delle lievi lesioni.