News in tempo reale

Marocchino si fa arrestare per non morire di fame e di freddo e rinuncia ai domiciliari.

Luco dei Marsi. Preferisce il carcere agli arresti domiciliari perché non ha da mangiare né riscaldamento. Così decide di evadere e presentarsi in caserma. Il protagonista della singolare vicenda è un marocchino di 21 anni costretto a vivere in situazione di indigenza. Era stato arrestato a febbraio per detenzione di hashish ed era riuscito a ottenere i domiciliari. Si è accorto però che senza lavoro e senza poter uscire di casa non riusciva ad avere i mezzi di sostentamento. Rischiava quindi di morire di fame o di freddo. Così è uscito di casa e si è presentato in caserma. I carabinieri della locale stazione sono stati costretti ad arrestarlo per evasione e ora il giovane straniero sarà rinchiuso nel carcere di Avezzano. Insomma, ha preferito finire in cella piuttosto che restarsene a casa dove si era costretto vivere tra privazioni e povertà, senza un pasto caldo o senza riscaldamento. Ha ritenuto, in sostanza, più

accogliente il San Nicola che la propria abitazione.