News in tempo reale

Mancata erogazione de fondi per le società sportive, intervengono Verdecchia e Di Cicco

Avezzano. “L’amministrazione comunale può e deve sostenere le società sportive, nessun sistema legislativo lo vieta, ma solamente le finanziarie limitano i capitoli di spesa e quindi l’affermazione dell’assessore allo sport è solo una scusa per poter essere libero, lui e gli altri, di dare contributi ad hoc”. Intervengono così i consiglieri comunali Roberto Verdecchia e Gino Di Cicco sulla mancata erogazioni di fondi da parte dell’amministrazione a sostegno delle società sportive della città. “Sarebbe opportuno che l’amministrazione ottimizzasse le risorse disponibili, concedendole soprattutto a chi ha progetti che portano onore e lustro alla città di Avezzano, e non, come spesso accade, sponsorizzare eventi e manifestazioni che hanno l’unico scopo di accontentare l‘amico dell’amico di turno”, hanno spiegato gli esponenti di Rinnovamento e partecipazione e di Fli, “nel caso dell’Autosonia Avezzano rugby, impegnata nella massima serie della propria disciplina, si deve richiedere sicuramente un’attenzione particolare da parte degli amministratori della città alla soluzione di alcune, ma importanti, esigenze della società. Questo perché sicuramente sta disputando un ottimo campionato se si tiene conto che per la prima volta affronta il campionato nella massima serie, sia perché da anni porta avanti una proficua politica dei giovani, sia perché permette anche ai non più giovani di cimentarsi nello sport che amano, sia perché da un’alternativa a quei sportivi delusi dai mega progetti calcistici, rimasti solo sulla carta, perchè il rugby, come altri sport, si propone come disciplina di crescita morale, che si riscontra nel senso di profondo rispetto per l’avversario. A fronte di quanto sopra, giusto per non rimanere nel vago, proponiamo ad horas il trasferimento presso lo stadio di rugby dei due custodi attualmente impiegati allo stadio dei pini, dopo l’affido a privati della struttura sita a Borgo Pineta, il doveroso prolungamento della strada di accesso al complesso fino a via dei Ciclamini per evitare i problemi di traffico e per la sicurezza negli eventuali soccorsi, attivare gli uffici competenti per il reperimento delle risorse necessarie alla costruzione del nuovo spogliatoio, che andrebbe a completare l’opera realizzata con il contributo regionale del 2006 corrisposto in euro 500.000 dalla Regione Abruzzo ed utilizzato dal Comune nella misura di soli euro 250.000. Chiederemo già nella seduta del prossimo consiglio comunale del 20 Gennaio, che l’amministrazione si attivi concretamente e non con meri voli pindarici, così come ha fatto precedentemente, per promuovere una società di calcio marsicana, che aveva forse il solo scopo di salvare le sorti del celano calcio, per sollecitare le attenzioni anche degli imprenditori cittadini verso una società che sta semplicemente onorando la nostra città sull’intero territorio nazionale”.