News in tempo reale

Maltempo, Marsica sotto scacco e collegamenti interrotti. Ecco la situazione nei Comuni

Avezzano. La neve ha bloccato di nuovo la Marsica. Nonostante l’allerta meteo mancano i mezzi necessari a fronteggiare l’emergenza, soprattutto sulle arterie stradali principali. I Comuni arrancano con i propri mezzi, ma della Protezione civile nessuna traccia, nonostante la richiesta del Presidente della Regione, Gianni Chiodi, che ha ufficialmente reclamato a Roma mezzi speciali.

Sull’Autostrada A24, tra Carsoli e Teramo, chiuse le stazioni d’ingresso, ad eccezione di Valle del Salto ed Aquila ovest, nonché gli svincoli in direzione L’Aquila di Castel Madama, Vicovaro Mandela e Carsoli. Stesso discorso sulla A25 in direzione Pescara, nel tratto tra Torano e Pescina. Entrata in autostrada vietata ai mezzi pesanti. Ai caselli di Pescina, Celano e Magliano dei Marsi si entra solo a turni di 15 auto e soltanto scortati dalla polizia stradale. La societa’ Strada dei Parchi ha disposto la chiusura temporanea. Stesso discorso sulla A25 in direzione Pescara, nel tratto tra Torano e Pescina.

Disagi lungo la Superstrada del Liri tra Capistello e Civitella Roveto dove nevica e a causa della scarsa visibilità si sono formate delle code intorno a mezzogiorno. In quel punto il traffico va a rilento. Sul posto ci sono pattuglie della polizia stradale che presidiano la zona tentando di evitare interruzioni del traffico.

Chiusa anche la Linea ferroviaria a causa del maltempo. Il Gruppo Ferrovie dello Stato ha disposto ieri la  chiusura preventiva delle linee ferroviarie a carattere locale già  al centro delle polemiche nei giorni scorsi. In particolare chiuse le linee SulmonaAvezzano-Tivoli; AvezzanoRoccasecca; Sulmona–L’Aquila–Rieti–Terni; Giulianova–Teramo. Le linee principali e le restanti linee secondarie della rete ferroviaria italiana saranno operative con i programmi di circolazione previsti dal Piano Neve che sono stati ridefiniti in funzione delle nuove previsioni meteorologiche.

Ad Avezzano i mezzi spazzaneve sono tutti al lavoro. In città sono caduti dalla notte quindici centimetri di neve e ora si cerca di ripulire le strade in vista della nevicata di questa notte, come previsto dall’allerta meteo. Le scuole dovrebbero riaprire lunedì e per ora non sono previste ulteriori proroghe. Si saprà qualcosa in più al riguardo tra sabato e domenica. Sulle polemiche riguardo alle spese sul Piano neve, espresse dal consigliere di opposizione Roberto Verdecchia, il sindaco di Avezzano Antonio Floris spiega che “quando si verificano eventi eccezionali le argomentazioni da revisore dei conti che fa il consigliere  Verdecchia sono quanto meno ridicole. Che nella sua prima elaborazione il piano neve prevedesse somme pari a quelle messe in evidenza è vero e le stesse, almeno fino ai primi di febbraio sarebbero state più che sufficienti per gestire il piano neve. Quello che è successo dopo da un punto di vista meteorologico, ad Avezzano e nel resto del Paese, penso l’abbiano visto tutti, almeno in televisione”.

A Tagliacozzo la situazione resta difficile. Il sindaco Maurizio Di Marco Testa ha invitato la popolazione a parcheggiare bene le auto e non posteggiarle lungo le arterie principali o in malomodo al fine di agevolare le eventuali operazioni di sgombero neve. Ha invitato i cittadini a uscire solo in caso di necessità. Attivo Centro Operativo Comunale 0863/614204 e della sede operativa della protezione civile 0863/1860998. Sulle polemiche e accuse espresse dai consiglieri di opposizione Bruno Rossi e Roberto Giovagnorio, il sindaco sostiene che “il primo compito di amministratori, anche se di opposizione, è quello di collaborare con l’amministrazione tutta per dare il massimo, concentrando tutte le forze per alleviare i disagi ai cittadini dovuti alla difficile situazione. Mi chiedo quale apporto costruttivo abbiano dato i due consiglieri vista la loro completa latitanza. Ben vengano le polemiche, ma prima bisogna dare risposte alla comunità”.

A Pescina prosegue senza sosta l’intervento dei mezzi comunali nella città. “Abbiamo gestito l’emergenza grazie all’abnegazione degli amministratori comunali (un plauso speciale lo merita il coordinatore del Piano neve assessore Tiziano Iulianella), degli operatori di Protezione civile, della Croce Rossa Italiana, e dei tanti cittadini volenterosi che si sono messi a disposizione con i propri mezzi meccanici per lavorare senza sosta, anche di notte, al fine di creare le condizioni minime di sicurezza per la viabilità”, ha spiegato il sindaco Maurizio Di Nicola, “ciò non toglie che esprimo sdegno, rabbia e preoccupazione per aver dovuto fronteggiare con i mezzi del piano neve comunale anche competenze di altre autorità quali la Provincia e la Asl, per garantire condizioni di sicurezza alle popolazioni del territorio. Il casello autostradale di Pescina è stato a lungo irraggiungibile e si sono dovuti svolgere interventi, con la protezione civile locale, polizia municipale e carabinieri”.

A Celano per fronteggiare l’emergenza neve  nel Palazzo Comunale resta operativo il Presidio per il coordinamento delle attività di soccorso e di interventi per la ripulitura delle strade.  Per le richieste di intervento urgente i cittadini possono rivolgersi ai seguenti numeri: 08637954202 (Comune); 3277033598 (Protezione civile).  A causa del maltempo, il Castello Piccolomini e il Museo della Marsica di Celano resteranno chiusi sabato e domenica.

A Villavallelonga, dove le strade interne sono tutte libere, il sindaco, Martorano Di Cesare, minaccia una denuncia contro Poste italiane. “Da sabato non c’è più stato il servizio di ufficio postale, ho contattato  i vertici delle Poste ma senza esito. Il sindaco ha inoltre denunciato la totale assenza della Provincia in paese. “Dopo un primo passaggio avvenuto venerdì sulla strada Provinciale 19 “Ultrafucense”, fino a oggi non abbiamo più visto neanche un mezzo della Provincia. Ringraziamo invece il gruppo comunale della Protezione civile, le guardie del Parco e lo sciclub”.

A Sante Marie i mezzi comunali stanno liberando le strade comunali e le arterie che congiungono il capoluogo con le frazioni. Si comincia ad evidenziare la carenza di gasolio per gli spazzaneve. Sono in tarda mattinata sono arrivati i mezzi spazzaneve della Provincia per liberare le strade di loro competenza dopo numerosi solleciti da parte del sindaco, Lorenzo Berardinetti, e dell’intera amministrazione. Si stanno consegnando medicine e approvvigionamenti agli anziani nel capoluogo e nelle frazioni. Gli amministratori consigliano di non uscire di casa con l’automobile. Per il momento la situazione è sotto controllo.

Il sindaco di Carsoli, Mario Mazzetti, e tutta l’amministrazione comunale raccomandano ai cittadini di non utilizzare l’auto e di non uscire di casa se non per urgenze, in modo tale da permettere ai mezzi spazzaneve di pulire le strade. Per informazioni è possibile contattare lo 0863.908328 908321.

E’ ripreso a Capistrello stamattina dalle 6.30 il servizio di sgombero sulle strade con piú di 10 mezzi attualmente impegnati. La situazione delle strade principali é ancora sotto controllo ma le abbondanti nevicate potrebbero aggravare la situazione. Le strade provinciali sono attualmente inaccessibili e i mezzi comunali stanno facendo il possibile per supplire a questa mancanza. L’unità operativa del Comune sta inoltre monitorando la situazione sanitaria e con la croce rossa si stanno organizzando i trasporti verso l’ospedale di avezzano per trattamenti urgenti di dialisi. Si sta dando inoltre massima comunicazione all’ordinanza del Prefetto di interdizione del traffico veicolare e mantenendo i contatti costanti con l’unità di crisi presso la Prefettura.  Disagi lungo la superstrada del Liri tra Capistello e Civitella Roveto dove nevica e a causa della scarsa visibilità si sono formate delle code intorno a mezzogiorno. In quel punto il traffico va a rilento. Sul posto ci sono pattuglie della polizia stradale che presidiano la zona tentando di evitare interruzioni del traffico.

Nel Comune di Civita D’Antino si sta lavorando incessantemente per liberare i numerosi capi di bestiame intrappolati nelle stalle. Scuole chiuse fino a sabato ma molto probabilmente l’ordinanza di chiusura verrà estesa fino a metà mese per liberare l’area adiacente la scuola dell’infanzia da numerosi rami caduti dagli alberi. Sono ancora molti i disagi per i cittadini; le strade sono tornate ad essere percorribili ma molte persone non riescono a recarsi sul posto di lavoro in quanto le auto sono intrappolate nelle abitazioni. “A seguito delle raccomandazioni del Prefetto e dell’Assessorato Regionale ai Trasporti, abbiamo provveduto a liberare le strade, l’ingresso alla Stazione Ferroviaria, fermate dell’autobus con annesse pensiline, ingressi di Uffici Pubblici e Uffici Postali” afferma il Sindaco, Sara Cicchinelli che si unisce alla protesta del Sindaco di Canistro per il mancato servizio di Poste Italiane.

A Collelongo la Protezione civile avvisa i cittadini di passare o sostare sotto alberi o tetti. C’è il rischio che possano cadere enormi blocchi nevosi (anche ghiacciati), tegole o altri oggetti. In caso di emergenza è possibile contattare il Comune al numero 0863 948537. Morino. Ieri con un elicottero degli uomini del corpo forestale dello stato hanno attraversato i cieli della Valle Roveto alla ricerca di un gruppo di cavalli e muli intrappolati sulla neve. Agenti e volontari hanno setacciato a piedi e con il velivolo la zona dell’ultimo avvistamento, riuscendo a trovare il gruppo di equini. Particolarmente difficile sarà riportare gli animali a valle, dato che in montagna la neve sfiora i due metri. Per ora gli uomini della forestale hanno lanciato una piccola scorta di fieno che dovrebbe rifocillare il gruppo di cavalli per qualche ora, in attesa del trasporto in paese.

L’agricoltura è in grave crisi. L’economia agricola è paralizzata secondo l’associazione di categoria Confagricoltura che per evitare il tracollo chiede lo  stop alle procedure fiscali e legali. Il vicepresidente Concezio Gasbarro, spiega che il primario sta subendo  pesantemente lo stato di emergenza e il quadro è desolante poiché la viabilità rurale, e non solo, è spesso impraticabile, le aziende sono isolate, i prodotti non ritirati, le strutture danneggiate, le colture perse”. Ci sono capi di bestiame dispersi su tutto il territorio. Per quanto riguarda i bovini e cavalli continuano le operazioni di recupero, anche con l’utilizzo di elicotteri, come nel caso della zona di Trasacco dove il Cospa di Dino Rossi è dovuto ricorrere a un velivolo privato.

L’Agenzia delle Entrate riconosce la non sanzionabilità per eventuali ritardi nei versamenti o adempimenti di prossima scadenza, per i residenti nelle zone del territorio colpite dagli eventi nevosi di questi giorni. Si tratta di una risposta tempestiva alla precisa richiesta avanzata da Rete Imprese Italia, lo scorso 7 febbraio. Ad annunciarlo è stato il direttore della Cna, Pasquale Cavasinni.

“Continuo a sottolineare che in questo momento si dovrebbe essere capaci di rinunciare agli stracchi rituali della vecchia politica politicante che il consigliere Di Pangrazio usa da maestrino in SPE (Servizio permanente effettivo)”. E’ la risposta dell’asssessore Gianfranco Giuliante al consigliere regionale Giuseppe Di Pangrazio sull’emergenza maltempo. “Sono centinaia gli interventi che il sistema di Protezione Civile ha effettuato nella Marsica – ha aggiunto l’assessore – i report degli interventi sono a disposizione e sono in attesa di essere protocollati. A tal fine, se il consigliere Di Pangrazio volesse raggiungere la Sala Operativa della Protezione Civile, potrebbe ‘rendersi utile’ offrendosi come volontario e contestualmente cio’ gli potrebbe consentire di parlare con maggiore puntualita’ di argomenti che affronta con approssimazione e con un ‘populismo’ inadeguato alla situazione”.