News in tempo reale

Maltempo, l’assessore Giuliante: tutte le forze in campo per lo stato d’allerta

L’Aquila. A causa delle avverse condizioni metereologiche di questi giorni, la Protezione Civile Regionale ha visto il proprio personale impegnato in azioni di monitoraggio e di intervento soprattutto nelle province di Pescara e Teramo, particolarmente colpite (nelle ultime 36 ore ci sono stati picchi di oltre 250 mm di acqua piovana) e che hanno avuto problemi di dissesto idrogeologico. A Teramo e Pescara è stato attivato il C.C.S. (Centro Coordinamento Soccorsi) mentre per i rimanenti Comuni interessati all’emergenza maltempo, i C.O.C (Centro Operativo Comunale) hanno svolto l’indispensabile azione di supporto. C’è stata l’esondazione del fiume Vomano che è straripato nelle zone di Basciano e Castelnuovo con circolazione critica sulle strade provinciali con casi di isolamento di alcuni centri abitati come Pietracamela, Intermesoli,  Prati di Tivo e San Donato; l’esondazione del fiume Vomano ha interessato Gianfranco Giulianteinoltre l’abitato di Scerne di Pineto. “La struttura di Protezione Civile che ha attivato le Organizzazioni di Volontariato in collaborazione con il C.C.S di Teramo e la Prefettura di Pescara mediante l’intervento del personale dei Vigili del Fuoco, del Corpo Forestale dello Stato, delle Forze dell’Ordine e le strutture tecniche dei comuni interessati,  ha consentito interventi puntuali e tempestivi con un’attività che ha visto impegnati H24 volontari e nucleo di coordinamento”, ha spiegato l’assessore regionale alla Protezione civile Gianfranco Giuliante, “nella giornata odierna si continua a monitorare il territorio  che è ancora oggetto di criticità. L’ultima nella Teramo-Mare ha importato la chiusura dello svincolo di Bellante ed interventi del Genio Civile richiesti dall’Anas ed autorizzati dal Prefetto sul fiume Vomano. Anche a Città Sant’Angelo continua a permanere lo stato di allerta e vengono continuamente monitorate le condizioni dei fiumi Piomba e Saline; sul livello di allerta la Sala Operativa Regionale si stà relazionando con le zone al alto rischio e sta veicolando propri uomini e mezzi per gestire le emergenze segnalate.”