News in tempo reale

Luco dei Marsi nega il patrocinio all’evento musicale e gli organizzatori lo spostano a Trasacco. Polemiche sul concerto dell’associazione “Arteficio”

Luco dei Marsi. L’associazione culturale “Arteficio”, con il contributo della Fondazione Carispaq, per quest’estate aveva in programma un concerto unico: ben 50 artisti che avrebbero dato vita ad uno spettacolo unico nel suo genere, a cominciare dall’orchestra di fiati Leoncini d’Abruzzo di Pescina, diretta dal Maestro Paolo Alfano, con il pianoforte di Emilia Di Pasquale e le voci di Lorena Bianchi e Pompeo Di Nicola. Tutto questo doveva svolgersi con il patrocinio del comune di Luco dei Marsi, comune dove risiede l’associazione culturale che sta lavorando all’evento ormai da mesi. Ma ieri, a sorpresa, arriva la comunicazione sulla pagina Facebook dell’associazione, secondo cui il concerto è stato spostato a Trasacco. La proposta, di grande rilievo culturale, ma soprattutto gratuita per le casse del comune di Luco dei Marsi, non è stata accolta dall’amministrazione comunale capitanata dal sindaco Marivera De Rosa, per non meglio precisati motivi. Gli organizzatori hanno chiesto all’assessore alla cultura che venissero notificati i motivi per cui la loro proposta era stata rifiutata, ma i motivi non sono mai stati rivelati. Ma a riprova che la proposta culturale fosse di prim’ordine, è stata immediatamente raccolta dall’amministrazione comunale di Trasacco, con a capo il sindaco Quaglieri, che con grande entusiasmo e tempi celerissimi, hanno offerto ai giovani talenti ospitalità, mezzi e persino l’adempimenti degli oneri SIAE. Pertanto l’evento si svolgerà regolarmente mercoledì 23 agosto, alle ore 21.30 presso piazza Aia a Trasacco. L’evento musicale avrà un repertorio variegato ed abbraccerà colonne sonore, brani della tradizione napoletana, pezzi originali per pianoforte solista e orchestra di fiati fino a brani di musica leggera riarrangiati per questo tipo di ensemble strumentale. @francescoproia