News in tempo reale

Luco, arrivano le norme “anti stranieri” sugli affitti delle case contro la criminalità

Luco dei Marsi. Sul problema dell’immigrazione clandestina, traffico di droga e illegalità diffuse l’amministrazione comunale cambia passo e gioca a tutto campo. Come amministrazione comunale, per anni, siamo intervenuti presso le autorità competenti chiedendo un maggiore impegno nel nostro paese. Il risultato è stato il rafforzamento delle forze dell’ordine e gli arresti effettuati sono incoraggianti: ringraziamo perciò i carabinieri e il capitano Borrelli per la loro attività e per l’attenzione. Ma siamo tutti consapevoli che il fenomeno è complesso e non può essere affrontato solo con misure di ordine pubblico, tutti devono fare la propria parte: istituzioni, associazioni, cittadini. Le iniziative messe in campo sono diverse. L’amministrazione comunale sta rivedendo la normativa in tema di cessione di fabbricati e ospitalità, in modo da ottenere un maggiore controllo sulle presenze. Ma non finisce qui. Per venerdì 3 giugno sarà convocata, presso la sala consiliare, una riunione tra amministrazione comunale e associazioni di volontariato del paese per discutere strategie comuni di contrasto a tutti i fenomeni illegali. A breve, sempre presso la sala consiliare del comune, si riunirà anche l’Osservatorio sulla legalità per affrontare la piaga dell’usura, delle infiltrazioni mafiose, del riciclaggio di capitali sporchi, dell’immigrazione clandestina, del traffico di droga e dei permessi di soggiorno. L’Osservatorio, promosso dal coordinamento provinciale di Libera e con sede presso il nostro comune, è composto da sindacati e associazioni di categoria della provincia e si è costituito proprio a Luco, il primo maggio scorso, alla presenza di don Luigi Ciotti.