News in tempo reale

Li perseguita per mesi nel cuore della notte con telefonate anonime, condannata

Avezzano. Telefonava a una coppia di coniugi in modo anonimo nelle ore notturne, ma è stata scoperta con elle intercettazioni e condannata. Moglie e marito erano stati costretti a mettere il loro telefono sotto controllo. GLi episodi di stalking risalgono al 2008 quando Rita De Ritis, pensionata di Luco, iniziò a chiamare due coniugi di Avezzano, Donatella Venditti e suo marito Gianluca Ciavarella, creando in loro uno stato d’ansia. telefonate, telefono, tastieraI due, difesi dall’avvocato Roberto Verdecchia, si rivolsero all’operatore telefonico facendo individuare il numero di provenienza delle chiamate con un servizio a pagamento. Una volta individuato il numero fu presentata denuncia alla Procura che successivamente ha avviato le indagini risalendo alla responsabile,. Grande stupore per i coniugi nello scoprire che le telefonate provenivano dalla madre di una cognata con cui non erano in buoni rapporti. Così scattò la denuncia e le indagini con l’avvio di un processo. Alla fine il giudice Mastelli (Pm Buzzelli), ha condannato la donna a un risarcimento danni di 4mila euro di provvisionale e al pagamento delle spese legali e processuali.