The news is by your side.

Legge sui malati oncologici, Quaglieri (FdI) replica al M5S: ancora una volta falsificate la realtà

Il consigliere di Fratelli d'Italia: " è un successo per l'intera Regione Abruzzo"

L’Aquila. “La legge regionale sui malati oncologi recentemente approvata dal Consiglio regionale, è un successo per l’intera Regione Abruzzo”. Replica così Mario Quaglieri, consigliere regionale esponente di Fratelli d’Italia e presidente della quinta commissione Salute, alla polemica della legge sui malati oncologici. “Dunque i rappresentanti del Movimento 5 Stelle semmai”, spiega Quaglieri, “ne dovrebbero parlare in questi termini e non arrogandosene l’esclusiva paternità. Ancora una volta, invece, cercano di mistificare la realtà, e dunque mi corre l’obbligo di rammentargli la verità dei fatti”.

“La legge in questione”, precisa il consigliere regionale di Fratelli d’Italia, “che andrà a sostegno di tanti malati abruzzesi, ha una genesi diversa: era stata, infatti, presentata a firma del presidente del Consiglio regionale, Lorenzo Sospiri e del consigliere 5 Stelle, Domenico Pettinari. Una proposta che quando è arrivata nella mia commissione è stata completamente rivisitata al fine di renderla effettivamente attuabile”.

“Le problematiche affrontate sono state tante”, sottolinea l’esponente regionale del partito di Giorgia Meloni, “ed il presidente della Giunta Marsilio mi ha fornito precise indicazioni per poterla rendere operativa. È assolutamente falso, quindi, sostenere l’estraneità del governatore della Regione rispetto a questa importante iniziativa legislativa”.

“Torno a ribadire, invece, che il lavoro svolto in Commissione e la firma del presidente Sospiri”, continua, “rappresentano una garanzia della volontà comune dell’intera assise regionale di licenziare questa legge. Oltretutto i consiglieri grillini dovrebbero ogni tanto ricordarsi di rappresentare la minoranza e che, di conseguenza”, conclude Quaglieri, “senza la volontà del centrodestra abruzzese qualsiasi loro proposta rimarrebbe lettera morta”.

Potrebbe piacerti anche