News in tempo reale

Le spoglie di San Bernardino lasciano dopo 4 anni il convento di Tagliacozzo per tornare all’Aquila

Tagliacozzo. E’ stata trasferita questa mattina da Tagliacozzo all’Aquila l’urna di San Bernardino da Siena che da quattro anni era conservata nel santuario della Madonna dell’Oriente. Prima del terremoto era posta sulla destra della basilica di San Bernardino in centro storico all’Aquila, mentre dopo il sisma è stata custodita nel convento dei frati minori di Tagliacozzo. Da questa mattina sarà ospitata nella seconda chiesa a lui dedicata, quella nata a piazza d’Armi dopo il sisma del 6 aprile 2009. Vi resterà finché non saranno finiti i lavori, tra i pochi in corso tra le tante chiese del capoluogo devastate dal sisma. Questa mattina alle 8 e 10 l’urna ha lasciato Tagliacozzo scortata dai carabinieri della compagnia locale proprio nel giorno in cui si festeggia la solennità di San Bernardino da Siena, Compatrono dell’Aquila. Nel capoluogo abruzzese si è tenuta una cerimonia per il ritorno dell’urna del Santo. Alle 10 al piazzale di San Bernardino in piazza d’Armi l’accoglienza dell’urna e la solenne celebrazione eucaristica, presieduta dall’arcivescovo metropolita monsignor Giuseppe Molinari e concelebrata dal vescovo ausiliario monsignor Giovanni D’Ercole. Alle 19 nella chiesa di piazza d’Armi è prevista una Santa Messa solenne presieduta da don Carlo Serri, ministro provinciale dei Frati minori d’Abruzzo, con l’animazione della confraternita “San Bernardino” e coro di Scurcola Marsicana.