News in tempo reale

Le borse preziose di Maria Luisa Spina, da avvocato a designer che perse la famiglia nel terremoto del 1915

Avezzano. Swarovski e visone per la capsule delle borse per le feste di Maria Luisa Spina, che da ex avvocato con studio a Teramo, in Abruzzo, dove ha esercitato per 20 anni, si è trasformata in designer di accessori femminili.

Le creazioni della Spina raccontano della sua terra, nella scelta di materiali, colori e decorazioni, ma anche per la voglia di ricominciare, per il coraggio di rimettersi in discussione, di riprendersi dalla ferita dai terremoti (catastrofe che la tocca da vicino dato che durante il sisma di Avezzano, nel 1915, morì quasi tutta la sua famiglia) e agli artigiani locali: tutto il lavoro è made in Abruzzo, il polo produttivo è in provincia di Teramo.

 

Per Natale una capsule preziosa: anguilla e visone, bianco, blu e bordeaux con Swarovski applicati a mano. I modelli sono tre: shopper, hobo e pochette. Utilizzati anche feltro di lana tipico dei tabarri (resistente all’acqua e al freddo), con grilli (moschettoni delle barche a vela) e corde (le cime) trasformati in manici e tracolle.