News in tempo reale

L’azione cattolica diocesana festeggia il centenario della sua fondazione

Avezzano. Aperti ufficialmente i festeggiamenti per il centenario dell’Azione cattolica diocesana. Ricco di appuntamenti il programma stilato dall’Azione cattolica e rivolto ai giovani di tutto il territorio. Sabato scorso nel Centro Studi “Ignazio Silone” di Pescina si è tenuta una seduta pubblica del consiglio diocesano dell’Azione Cattolica in occasione della quale sono stati aperti ufficialmente i festeggiamenti per il centenario dell’Associazione diocesana. Oltre alla Presidenza diocesana e ai membri del Consiglio di AC erano presenti il Vescovo Mons. Pietro Santoro, il Sindaco di Pescina Avv. Maurizio Di Nicola e molti responsabili, educatori e soci dell’AC delle parrocchie della Diocesi. Il presidente diocesano Dott. Alessandro Franceschini, nel suo intervento ha sottolineato come “questi cento anni di storia associativa sono davvero motivo di grande gioia e di festa che non può essere riservata solo ai soci o a pochi intimi, me che deve diventare motivo di apertura e accoglienza della comunità ecclesiale nei confronti di tutti”. Ha proseguito poi il Presidente: “L’Azione Cattolica, associazione di laici impegnati a vivere, ciascuno a propria misura ed in forma comunitaria, l’esperienza di fede, l’annuncio del Vangelo e la chiamata alla santità, da sempre crede che sia doveroso e possibile educarsi reciprocamente alla responsabilità, in un cammino personale e comunitario di formazione umana e cristiana. E così anche nella Marsica a partire dall’anno 1911, quando il vescovo Mons. Pio Marcello Bagnoli la volle istituire ufficialmente, l’AC ha contribuito a caratterizzare la vita socio-culturale della nostra Terra, soprattutto mettendosi a servizio della coscienza delle persone che in un modo o nell’altro hanno percorso un tratto della loro vita tra le sue fila. Ci troviamo di fronte ad un patrimonio immenso che proviene dal passato e che viene affidato alle nostre cure e alla nostra custodia, per riaffermare la nostra identità e per poter essere orientati nel modo giusto verso il futuro che insieme vorremo costruire. L’Azione Cattolica rappresenta un grande dono non solo per la Chiesa italiana in generale, ma anche per la nostra comunità particolare ed è allora con questa convinzione che ci apprestiamo a celebrarne attraverso iniziative di grande spessore il proprio anniversario di fondazione”. Anche il Vescovo ha voluto rivolgere parole di stima e di gratitudine all’Azione Cattolica diocesana, sottolineando la ricchezza che questa realtà rappresenta per la Chiesa. “L’Azione Cattolica – ha proseguito Mons. Santoro – è scuola permanente di educazione alla Fede in Cristo, formata da persone che camminano insieme come in una grande famiglia. Per tale ragione l’AC è profezia anche per la società civile, in quanto caratterizzata da dinamiche virtuose di corresponsabilità e di democraticità che aiutano ciascuno a maturare umanamente e spiritualmente, fino ad arrivare a generare scelte di vita importanti ed impegnative”. Concludendo, il Vescovo ha espresso un desiderio: “Che l’Azione Cattolica possa sempre più impegnarsi nell’educazione al pensiero critico dei propri aderenti, favorendo una sintesi tra Parola di Dio, Magistero ecclesiale e Storia socio-politica e che in prospettiva, l’AC possa essere presente in tutte le parrocchie della Diocesi”. L’incontro si è concluso con un momento di preghiera alla presenza delle reliquie dei santi patroni della Diocesi Berardo e Sabina e con una visita alla tomba della Serva di Dio Santina Campana, già responsabile dell’AC parrocchiale di Pescina. Si riporta in allegato il programma dei festeggiamenti del centenario dell’Azione Cattolica dei Marsi così come presentato in occasione del Consiglio diocesano pubblico di Pescina.