News in tempo reale

Lavori e progetti per rilanciare il comune Capistrello, sotto l’ombra del dissesto finanziario

Capistrello. Cambiare il volto al paese per rilanciarlo e creare posti di lavoro. Questo l’obiettivo degli amministratori di Capistrello che nell’assemblea pubblica di ieri pomeriggio, oltre a chiarire le posizioni nei confronti del senatore Luigi Lusi, hanno presentato un bilancio di metà mandato ai cittadini ascoltando le loro richieste e dando delle risposte concrete. Prima il sindaco, Antonino Lusi, e poi via via gli assessori e i consiglieri delegati hanno illustrato i progetti seguiti dall’inizio del mandato ad oggi soffermandosi sul problema del dissesto finanziario a causa del quale i cittadini di Capistrello saranno chiamati a fare ulteriori sacrifici. L’assessore all’Ambiente, Arnaldo Mariani, ha illustrato i passi in avanti fatti nell’ambito della raccolta differenziata che è arrivata al 60%, ma anche in tema di risparmio energetico e bonifica delle discariche abusive. La ristrutturazione degli uffici comunali e gli interventi nei confronti degli amici dell’uomo sono stati presentati dall’assessore Carmine Stati che ha annunciato nuove modifiche nell’ambito del rapporto tra gli uffici e i cittadini. Sono stati poi presentati i progetti inerenti il sistema di video sorveglianza, la Wi Fi gratuita, i nuovi regolamenti e l’istituzione del consiglio comunale dei ragazzi. L’assessore alla scuola, Alessandro Croce si è soffermato sul miglioramento dei servizi scolastici e sui numerosi eventi culturali organizzati durante l’estate. Un’attenzione particolare è stata rivolta al progetto curato dall’Università di Berlino in collaborazione con la Fondazione Carispaq e la Fondazione Mirror per una campagna di scavi archeologici sul territorio. Nicolino Di Felice, ha presentato i progetti di restauro e di rifacimento messi in campo in questo biennio come la villa comunale, la scuola Santa Barbara, la scuola Firenze, i marciapiedi di via Roma, e poi il parco giochi di Corcumello, il campo sportivo e i cimiteri del capoluogo e delle frazioni. La nota dolente, il dissesto finanziario e le aliquote delle imposte, sono state trattate da Francesco Piacente, assessore al Bilancio, che ha spiegato ai numerosi cittadini presenti l’iter seguito per risolvere i problemi e i sacrifici che dovranno essere affrontati per uscire fuori da questo tunnel. Sul futuro economico del paese è intervenuto il sindaco Lusi che ha lanciato un appello ai cittadini “se il dissesto verrà chiuso entro quest’anno senza ulteriori aggravi siamo prontissimi a fare un piano di investimenti per fare opere pubbliche e dare nuova occupazione a questo comune perchè in questo modo sarà possibile mettere in moto l’occupazione. Dobbiamo poi cambiare faccia a questo comune producendo reddito dai beni che ci sono a Capistrello magari attivando un percorso di turismo e albergo diffuso trasformando le tante case chiuse una fonte di reddito. Tutto questo implica un cambiamento di mentalità a cui noi tutti siamo chiamati se vogliamo dare una prospettiva di futuro a questo paese. Il Comune è pronto a fare la sua parte ma serve l’aiuto di tutti”.