News in tempo reale

L’associazione tartufai punta alla tutela del territorio e al riconoscimento Dop

‎Tagliacozzo. Il tartufo abruzzese potrebbe ottenere il riconoscimento Dop. Ma prima bisogna risolvere una serie di problemi che ieri mattina l’associazione Tartufai Sante Marie e Tagliacozzo, ha illustrato Tartufi della Marsica Scorzonedurante un appuntamento nella sala ‎consiliare del Comune di Tagliacozzo per affrontare problematiche e soluzioni per lo sviluppo del mondo del ‎tartufo. Alla discussione hanno preso parte anche il ‎presidente del consiglio regionale, Giuseppe Di Pangrazio, il presidente della commissione regionale Agricoltura, ‎Lorenzo Berardinetti , il sindaco di Tagliacozzo, Maurizio Di Marco Testa, e i docenti professor Giovanni ‎Pacioni e Marco Leonardi dell’Università. “Ci rendiamo conto ogni giorno che c’è una disparità per ‎quanto riguarda il tesserino rispetto alle altre regioni”, ha precisato Troiani, “in Abruzzo costa di più del Lazio e ‎poi avendo dei calendari di raccolta diversi spesso i laziali si spostano da noi e continuano a raccogliere anche ‎quando nella loro regione c’è il divieto”. ‎