News in tempo reale

L’apertura straordinaria dei negozi in città fino a mezzanotte non decolla, serrande giù già alle 22

Avezzano. In molti pensavano potesse essere una seconda notte bianca. Ben 145 erano le attività commerciali che avevano aderito per rendere la città più attrattiva e accogliere al meglio gli alpini. Invece non tutto è andato per il verso giusto. Lungo le strade della città si pensava dovessero esserci già da ieri centinaia di alpini con le loro famiglie. Per questo la Confcommercio aveva lanciato l’iniziativa di rimanere aperti fino a mezzanotte in modo tale da permettere alle penne nere e ai turisti di fare acquisti sotto le stelle. Tutte le aspettative, però, sono state disattese. Le vetrine sono rimaste accese fino alle 22, poi hanno iniziato a spegnersi una dopo l’altra. In pochi hanno registrato presenze grazie all’apertura straordinaria e per questo hanno deciso di chiudere. Gli alpini arrivati ieri erano ancora pochi e la concomitanza degli eventi della Settimana marsicana non ha aiutato i commercianti che delusi hanno chiuso e sono andati via. Non si sa ancora se oggi la lodevole iniziativa proposta dalla Confcommercio e sposata da tanti negozianti verrà ripetuta.