News in tempo reale

L’amministrazione di Ovindoli in piazza per mostrare ai cittadini il bilancio di fine mandato

Ovindoli. L’amministrazione comunale uscente, guidata dal sindaco Pino Angelosante, è presente fino a domani, con un banchetto informativo in piazza San Rocco, ad Ovindoli. Sotto lo slogan Trasparenti fino all’ultimo l’iniziativa ha il chiaro scopo di incontrare più da vicino i cittadini e mettersi a disposizione degli stessi per chiarire dubbi e perplessità sull’attività amministrativa degli ultimi 10 anni o semplicemente per approfondire, con atti e documenti amministrativi alla mano, questioni e tematiche relative alla gestione del territorio. Un gesto voluto dall’amministrazione comunale che intende, a fine mandato, ribadire la trasparenza, la correttezza e la legalità delle azioni intraprese. Pannelli illustrativi creati ad hoc mostrano, infatti, i progressi realizzati in 10 anni nell’ambito della riqualificazione territoriale, dell’arredo urbano, della sistemazione strade e marciapiedi, attraverso una comparazione prima-dopo.
FOTO 4Ampia visibilità è data alle grandi opere infrastrutturali in itinere, quali il collettore fognario Ovindoli-Celano-Avezzano e la nuova scuola e a quelle in via di esecuzione, come la nuova sede comunale e l’ampliamento del bacino sciistico, che sarà realizzato con fondi regionali e che diventerà di totale proprietà comunale. “La disinformazione diffusa tra i cittadini elettori in questa campagna elettorale- afferma il sindaco Pino Angelosante- ci ha spinto a intraprendere questa iniziativa, forse l’unica sullo scenario marsicano. Come sindaco uscente ho sentito il dovere di difendere l’operato della mia Amministrazione e di mostrare senza filtri, lontano dalle sedi istituzionali e dalla burocrazia, la proficua e soddisfacente gestione della cosa pubblica, all’insegna della qualità, efficienza, imparzialità, chiarezza e, soprattutto, della legalità. Sarò in piazza San Rocco, dalle 18 alle 19, fino a domani. Invito, pertanto, tutti i cittadini ad avvicinarsi e a chiedere informazioni. E’ un loro sacrosanto diritto”, conclude il primo cittadino.