The news is by your side.

Ladri in casa di maestro di Karate che li stende e li mette in fuga

Tagliacozzo. Sono entrati furtivamente all’interno di un’abitazione, ma questa volta la fortuna non è stata dalla loro parte. Nelle notte tra sabato e domenica, due malviventi hanno tentato di derubare l’abitazione di una famiglia tagliacozzana, residente in via Antonio Russo, nei pressi del cimitero. Forse però, i ladri non sapevano che il proprietario di casa fosse un maestro di Karate, cintura nera, 4 dan. Secondo il racconto del maestro, Gianni Iacoboni, sembra che i due malintenzionati siano entrati nei garage sotterranei, dove la serranda di chiusura è difettosa. Da lì, si giunge alla rampa di scale del condominio.

“In piena notte, avevo sentito alcuni rumori maldestri provenienti dall’atrio e sono sceso. Mi sono trovato davanti due uomini coperti in volto”, racconta il maestro Iacoboni, “uno dei due è scappato subito via, l’altro invece è stato più lento e senza pensarci gli ho assestato alcuni colpi ed è fuggito anche lui”. Commenta, “ho rischiato, potevano essere armati, ma era l’unica cosa che potevo fare in quel momento. Anche in questo caso, una disciplina importante e profonda come il karate mi ha aiutato non solo fisicamente, ma anche a mantenere una certa freddezza per affrontare il pericolo”.

Nella foga del momento, tuttavia, il maestro iacoboni non è riuscito a riconoscere i malviventi e per questo motivo è stata esposta una denuncia contro ignoti nella caserma dei carabinieri di Tagliacozzo. Sono in corso le indagini. r.c.m.

Potrebbe piacerti anche

INFORMATIVA: Questo sito si avvale di cookie per finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso clicca il link. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando su un articolo acconsenti all’uso dei cookie http://www.marsicalive.it/?page_id=66

Questo sito o strumenti terzi si avvalgono di cookie per finalità illustrate nella cookie policy ( http://www.marsicalive.it/?page_id=66 ). Se vuoi saperne di più o negare il consenso consulta la cookie policy. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie

Accetto