News in tempo reale

Laboratorio per la droga in casa, arrestato il marocchino Bya e denunciata la compagna

Avezzano. Altro arresto per il noto Youssef Bya, il marocchino che più volte arrestato per reati di spaccio. E’ stato  sorpreso nel tardo pomeriggio mentre tornava dalla Valle Roveto violando l’obbligo di non allontanarsi dal Comune di Avezzano. Durante un servizio di perlustrazione sulla superstrada per Sora, i finanzieri, nel corso di normali controlli volti alla prevenzione ed alla repressione del traffico di sostanze stupefacenti, hanno sottoposto a controllo, tra le altre, l’autovettura sulla quale veniva poi identificato, insieme ad altri cittadini italiani ed extracomunitari, Bya in capo al quale gravava la misura della Sorveglianza Speciale che avrebbe dovuto impedirgli di allontanarsi dal Comune di Avezzano. Cocaina e sostanza da taglio (1)Successivamente, nel corso dei controlli effettuati presso la sua abitazione di via Montello ad Avezzano, presente la compagna Renata Petra, i militari hanno rinvenuto un vero e proprio laboratorio allestito per il confezionamento delle dosi di cocaina da commercializzare. In una stanza sono stati recuperati 22 grammi di cocaina, 41 grammi di sostanza da taglio, un bilancino elettronico e tutto il materiale occorrente per il confezionamento delle dose da smerciare. Youssef Bya è stato tratto in arresto e tradotto presso la Casa Circondariale di San Nicola di Avezzano a disposizione della magistratura, mentre Petra è stata denunciata a piede libero. Solo pochi giorni fa i due sono stati condannati rispettivamente ad 8 e 4 anni per i medesimi reati. Youssef Bya, marocchino e Renata Petra, luco dei marsiL’operazione rientra nella più ampia attività che da tempo ha in corso il Nucleo Mobile della Guardia di Finanza di Avezzano, che ha permesso, negli ultimi mesi, consistenti sequestri di sostanze stupefacenti e numerosi arresti.