News in tempo reale

La protesta del Torlonia continua, nonostante il freddo e la neve

L’occupazione del Liceo Classico “A. Torlonia” di Avezzano è iniziata la mattina del 15 dicembre alle 7:30. Gli studenti partecipanti sono stati 350 circa. Hanno organizzato l’occupazione come risposta ai fatti accaduti il giorno precedente alla Camera e al Senato, che, secondo gli studenti, hanno permesso a quel Governo, che sta distruggendo la scuola pubblica, per privilegiare quella privata, di restare al potere.

L’occupazione è continuata nei giorni successivi, notte e giorno. Le giornate sono state scandite da attività organizzate dagli studenti stessi, i quali hanno avuto la solidarietà degli studenti delle altre scuole cittadine: questi ultimi, infatti, hanno deciso, parimenti, di occupare i loro istituti o di manifestare al di fuori delle scuole stesse.

Dopo essere stati fatti uscire dall’istituto la scorsa notte, in seguito all’ordinanza del sindaco di sospensione le lezioni a causa delle forti nevicate, 50 studenti hanno continuato la protesta al di fuori dell’edificio, nonostante il freddo e la neve. Alcuni di loro hanno trascorso la notte all’esterno, lottando contro il gelo.

Nel corso di questa mattinata stanno giungendo anche altri studenti dell’istituto, con la speranza che le loro voci di protesta contro la Riforma Gelmini siano ascoltate.