News in tempo reale

La Fns Cisl incontra i vertici della regione Abruzzo, dialogo su tutela ambientale e contraffazione agroalimentare

Avezzano. In questi ultimi giorni, nel contesto di un dialogo teso al governo delle dinamiche di gestione del territorio, la FNS Cisl Abruzzo ha avuto un incontro con il Presidente della III Commissione “Agricoltura, sviluppo economico, attività produttive” della regione Abruzzo, Lorenzo Berardinetti. Il dialogo è scaturito dalla necessità di intervento su taluni contesti afferenti i settori dell’ambiente, dell’agricoltura e dell’alimentazione, in particolari aree territoriali maggiormente vulnerabili su detti contesti. Si tratta di contrastare con energia i comportamenti illeciti nel campo agroalimentare come la contraffazione e sofisticazione dei prodotti a denominazione e indicazione di origine protetta certificati dal Ministero delle Politiche Agricole e dei crimini ambientali come il bracconaggio, gli incendi boschivi ed il pdownload (5)roliferare di discariche abusive come anche l’inquinamento dei corsi d’acqua. “Abbiamo risposto alle sollecitazioni pervenute dalle associazioni di categoria e di tutela ambientale – afferma Corrado Clementoni, Segretario Generale della FNS Cisl Abruzzo Molise – che chiedono maggiori garanzie per una migliore tracciabilità dei prodotti certificati Igp della Piana del Fucino, e specifiche tutele per le risorse idriche, tese a favorire la valorizzazione del territorio”. Il Consiglio regionale, nella seduta di ieri, ha discusso e approvato una risoluzione, volta ad esercitare dette tipologie di intervento anche attraverso il potenziamento del Nucleo Operativo Speciale (NOS) del Corpo Forestale dello Stato. “Poiché le istituzioni attribuiscono al Corpo Forestale dello Stato le competenze relative alle materie dell’inquinamento idrico, della sicurezza agroalimentare e tutela dell’ambiente – continua Corrado Clementoni – abbiamo inteso attenzionare i vertici della politica regionale circa le specializzate articolazioni del CFS presenti sul territorio che possono fattivamente contribuire al contrasto dei crimini agroalimentari ed ambientali sul nostro territorio”. Con tale importante risoluzione il Consiglio regionale ha dunque impegnato formalmente il presidente D’Alfonso a richiedere al Capo del Corpo Forestale dello Stato un rafforzamento del Nucleo Operativo Speciale del CFS di Avezzano, con una migliore dotazione di mezzi e l’ampliamento dell’organico con personale tecnico-scientifico. La FNS Cisl giudica positivamente il provvedimento politico adottato dal Consiglio Regionale dell’Abruzzo e fortemente voluto dal Presidente della Commissione Agricoltura Lorenzo Berardinetti ed auspica che ora l’amministrazione del CFS adotti le misure necessarie a fornire le giuste risposte ai cittadini.