News in tempo reale

La danza della vita, Ambecò: “Come riconnettersi alla bellezza che c’è dentro e fuori di noi” (fotogallery)

Collelongo. Sono state delle bellissime giornate, quelle trascorse nel Parco Nazionale d’Abruzzo Lazio e Molise durante il seminario di FOREST BATHING e BIODANZA del 9 e 10 luglio organizzato da Ambecò Centro Nazionale di formazione del Settore Nazionale di Forest Bathing del CSEN (Centro Sportivo Educativo Nazionale).
Insieme a Rossella Frozza, Rosalia Ciciotti e Massimiliano Corrà Istruttori nazionali Forest Bathing CSEN Forest Bathing per tutti.
“Abbiamo danzato la Biodanza all’ombra di una meravigliosa quercia al centro di uno splendido campo di fiori di lavanda”, raccontano gli organizzatori, ” siamo andati alla scoperta degli antichi mulini lungo il torrente, alla ricerca di suoni e memorie dell’acqua; percorso sentieri notturni e cantato intorno al fuoco; camminato a piedi nudi sull’erba, percependo il sostegno della nostra terra; ci siamo immersi nel bosco di faggi centenari aprendo i sensi alla bellezza intorno a noi. Ma soprattutto: siamo stati bene, in armonia con la natura e ci siamo divertiti in compagnia”.
“Il prossimo appuntamento è per il 15 e 16 ottobre nelle foreste del Parco Sirente Velino. Dove? Nella bellissima regione Abruzzo”, continuano gli operatori di Ambecò, “il Forest Bathing è il termine internazionalmente riconosciuto per indicare una pratica volta al miglioramento del benessere attraverso attività piacevoli e rilassanti da svolgere in contatto con la natura dei boschi. Da anni la ricerca scientifica sta dimostrando i diversi benefici di un’immersione in un ambiente naturale, che coinvolgono l’apparato respiratorio e cardiovascolare e vanno a potenziare il nostro sistema immunitario: regolazione della pressione sanguigna, riduzione dello stress, aumento della serotonina e quindi del tono dell’umore, solo per citarne alcuni”.
Biodanza, la danza della vita, è una metodologia presente dagli anni settanta in tutto il mondo. Attraverso il movimento emozionato, seguendo la musica o i suoni della natura, da fare insieme agli altri, ci si riconnette alla bellezza che c’è dentro e fuori di noi.