News in tempo reale

La 394esima edizione della Gara del Solco chiude l’estate Rocchigiana, Argentieri: bilancio positivo

Rocca di Mezzo. La Gara del Solco, giunta quest’anno alla sua 394esima edizione, ha segnato la chiusura del ricco calendario di eventi e manifestazioni dell’Estate Rocchig(g)iana, organizzata dalla ProLoco di Rocca di Mezzo, con la collaborazione di tutte le associazioni locali e il patrocinio dell’amministrazione comunale. La presenza straordinaria di Kip Tom, rappresentante permanente degli Stati Uniti FAO a Roma, e di Tommy Williams, senatore del Texas, ha arricchito la manifestazione che ha avuto luogo, quest’anno, nella notte tra sabato e domenica. Durante l’inaugurazione che si è svolta nella piazza principale, le ragazze del posto hanno sfilato in antichi costumi originali abruzzesi mostrando gli storici stendardi che raffigurano i rioni del paese, e le squadre in competizione hanno simulato la gara stessa.

La Gara del Solco rappresenta una competizione secolare, attestata per la prima volta negli “Atti Capitolari” della parrocchia nell’anno 1625. Probabilmente è nata come offerta alla Madonna della Pietà perché liberasse il paese dalla pestilenza che nel 1625 imperversò in Italia, non risparmiando il contado aquilano, compreso il paese di Rocca di Mezzo. Da allora tutti gli anni, si perpetua questa competizione notturna. L’uso dei buoi per tracciare il solco è stato sostituito dall’impiego di trattori. Nel corso del tempo, la data della gara è stata spostata dai più freddi mesi autunnali a quelli più miti; per alcuni anni ha coinciso con la data della Fiera della Rocca, l’8 settembre. Le squadre, composte da “imbiffatori”, aratori, zappatori e allineatori di artigianali lanterne, dopo la benedizione, partono dalla piazza del paese per radunarsi all’imbrunire alle pendici di Monte Rotondo. L’accensione della luce sul campanile a San Calvario, il punto più alto di Rocca di Mezzo, dà il via alla gara che si protrae fino all’alba del giorno successivo. Compito delle squadre, quello di tracciare con l’aratro un solco dritto, avendo come riferimento il faro di San Calvario. La mattina una giuria di tecnici giudica le linee arate, decretando come vincitrice la squadra con il solco più dritto. I vincitori ricevono in premio il gonfalone della Madonna, che custodiranno per un anno, fino alla successiva competizione. Quest’anno sono state tre le squadre che si sono contese l’ambito gonfalone: Team Attilio, New generation e Jeff team, risultato vincitore della gara.

“Bilancio positivo per questa ricca estate sull’Altopiano delle Rocche”, dichiara il presidente della ProLoco di Rocca di Mezzo, Sandro Argentieri, “Rocca di Mezzo è stata inondata di turisti che sono rimasti molto soddisfatti degli eventi organizzati e delle nostre proposte. Grazie a tutti coloro che hanno permesso la buona riuscita del calendario, primo fra tutti il Comune di Rocca di Mezzo, in persona del sindaco Mauro di Ciccio, e tutte le associazioni con cui abbiamo collaborato: l’Associazione Culturale Monti Naviganti, l’Associazione Re:main, TIQ Teatro In Quota, Consulta dei Giovani delle Rocche, Associazione il Castello, l’Associazione ProLoco La Fonte e i Comitati Feste Patronali. Grazie anche a tutti gli artisti che hanno scelto di trascorrere delle giornate sul nostro Altopiano”, conclude, “e grazie anche agli organi di stampa che ci hanno supportato in questa nuova esperienza. Ci auguriamo di riuscire a strutturare sempre di più eventi che valorizzino il nostro amato territorio.”