News in tempo reale

Faccia a faccia istituzioni e imprese a supporto del Crab, un incontro sul futuro del centro

Avezzano. Istituzioni e imprese a supporto del Crab, struttura “indispensabile per l’innovazione”. Comune, Provincia, aziende e strutture  di ricerca e sviluppo concordi nel faccia a faccia nella sede del Centro di ricerca: la valorizzazione  delle risorse del territorio passa attraverso un percorso condiviso all’insegna dell’innovazione con il supporto degli specialisti del settore. In prima linea il Sindaco di Avezzano Giovanni Di Pangrazio, che dopo i saluti del Presidente del Crab, Emidio Tenaglia, ha ribadito la necessità di salvaguardare una struttura di ricerca vitale per la Marsica. Supporto al Crab è arrivato anche dal Consigliere provinciale dell’Aquila, Felicia Mazzocchi, in rappresentanza del presidente, Antonio Del Corvo. All’importante giornata nel nome della ricerca e servizi a favore del comparto agroalimentare marsicano hanno partecipato i Consiglieri regionali, Giuseppe Di Pangrazio ed Emilio Iampieri, entrambi concordi sulla necessità di accelerare il percorso della legge di ristrutturazione dei Centri di Ricerca Regionali, mentre spiccava DSCN0690l’assenza dell’assessore regionale all’agricoltura, Mauro Febbo. Nel convegno, comunque, sono state illustrate le attività e le opportunità offerte dal Polo di Innovazione Agire ed al Consorzio di Ricerca per l’Innovazione Tecnologica, la Qualità e la Sicurezza degli Alimenti. Donatantonio De Falcis e Luigi Bignardi hanno esposto i servizi di ricerca e sviluppo ad alto contenuto specialistico. Obiettivo delle due strutture: diffondere la cultura dell’innovazione tra gli associati e coinvolgere i soci in progetti di ricerca, nelle politiche di marketing territoriale,  comunicazione, logistica e consolidare la competitività delle imprese a livello regionale, nazionale e internazionale. Piero Carducci, docente di economia aziendale all’Università degli Studi dell’Aquila e responsabile del programma di mandato del l’amministrazione Di Pangrazio, ha concentrato l’attenzione sull’incubatore che prenderà forma nella sede del Crab per facilitare la crescita e la nascita di imprese nel comparto dell’agroindustria, uno dei punti di forza del territorio  marsicano, che va rimessa al centro dell’azione politica, poiché può dare sviluppo duraturo e occupazione. Daniela Spera, Direttore del Centro di ricerca, ha ricordato l’importanza della ricerca e sviluppo mirata alla valorizzazione delle produzioni locali, alla innovazione  di processo e prodotto per rendere le aziende sempre più competitive. “Il sistema locale e regionale deve necessariamente creare e implementare gli strumenti di finanziamento dedicati alle imprese”, ha sottolineato, “e definire i percorsi di gestione dei  Centri di Ricerca attivando specifici  fondi di rotazione. Soltanto in questo modo è possibile garantire la continuità delle azioni intraprese a favore delle imprese”. Le imprese Aureli, Covapla, Scipioni e Torrelli, hanno ricordato la centralità del Crab nei processi di sviluppo dell’innovazione ed hanno illustrato i benefici che si ottengono quando la ricerca viene direttamente applicata alla realtà produttiva industriale. Unico neo della giornata l’assenza, sottolineata soprattutto dagli imprenditori, dell’assessore Febbo, che doveva fare le conclusioni.