Cosa stai cercando?

NEWS

Investito dal treno, domani i funerali del pensionato di Tagliacozzo. Il sindaco: passaggio a livello da abolire

redazione cronaca 15 aprile 2018
Share

Tagliacozzo. Si terranno domani mattina. lunedì  alle 11.30, nella chiesa della frazione di Roccacerro, i funerali di Loris Di Rocco, l’anziano investito dal treno mentre ieri mattina come faceva abitualmente attraversava il passaggio a livello di via Marconi a Tagliacozzo. “Un grave lutto ha colpito la Famiglia Di Rocco e la nostra Comunità per la tragica morte di Loris, persona mite e discreta, che amava fare lunghe passeggiate”, afferma il sindaco Vincenzo Giovagnorio, “era sceso dalla frazione di Roccacerro per tenersi compagnia con le famiglie degli altri fratelli, e godere delle comodità del Capoluogo, tuttavia la Provvidenza ha disposto altrimenti per questo caro Signore che in tanti conoscevamo e rispettavamo.
Si pone ora”, aggiunge il sindaco, “il problema impellente ed urgente di dover trovare rimedio ad una grave situazione di pericolosità, dopo un incidente mortale. Rfi ha attuato da tempo un programma di soppressione degli ormai desueti passaggi a livello, ma purtroppo, spesso, incontra la ritrosia e le lungaggini burocratiche degli Enti regionali. Nello specifico, fin dall’inizio del mio mandato ho voluto interagire con la Direzione generale di Rfi preposta a tali soppressioni e già abbiamo i progetti in fase preliminare. A febbraio, unitamente ai Sindaci di Avezzano, Celano, Scurcola e Aielli abbiamo chiesto un incontro con il Governatore D’Alfonso per farci accordare la compartecipazione economica”.

Si tratta della soppressione di 29 passaggi a livello sulla linea ferroviaria tra Tagliacozzo e Aielli, la costruzione di 9 sottopassi pedonali e carrabili e la riqualificazione delle strade limitrofe. “Naturalmente”, conclude, “oltre alla diminuzione dei tempi di percorrenza dei treni sulla linea Roma – Sulmona, quello che più ci interessa è la sicurezza del sistema viario, dei pedoni e degli automobilisti! La Regione deve darci una risposta. Mi farò di nuovo promotore di un documento di sollecito a firma dei sindaci interessati da inviare a D’Alfonso. Questa volta, dinanzi al sacrificio di vite umane, il Governatore deve dare una risposta sollecita e positiva. L’entroterra abruzzese ha gli stessi diritti dei territori della Costa. Non siamo “figli di un dio minore”.


INFORMATIVA: Questo sito si avvale di cookie per finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso clicca il link. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando su un articolo acconsenti all’uso dei cookie http://www.marsicalive.it/?page_id=66

Questo sito o strumenti terzi si avvalgono di cookie per finalità illustrate nella cookie policy ( http://www.marsicalive.it/?page_id=66 ). Se vuoi saperne di più o negare il consenso consulta la cookie policy. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie

Accetto