The news is by your side.

Inquinamento fiume Liri, vertice dei sindaci della Valle Roveto: subito incontro con Imprudente

Morino. I sindaci della Valle Roveto si riuniscono e chiedono subito un incontro all’assessore regionale all’Agricoltura, Emanuele Imprudente, per risolvere i problemi legati all’inquinamento del fiume Liri.

Si è tenuta ieri, nel Museo della Riserva Naturale di Zompo lo Schioppo in Grancia di Morino, l’assemblea dei sindaci del Contratto del Fiume e del  Paesaggio della Valle del Liri per esaminare lo stato di allarme e le iniziative istituzionali da intraprendere per i recenti fenomeni di inquinamento del Liri, che hanno fortemente allarmato i cittadini della Marsica e della Valle Roveto.

Ha introdotto i lavori, ai quali hanno partecipato tutti i sindaci dei Comuni aderenti al Contratto, il sindaco di Morino, Roberto D’Amico, che ha sollecitato i primi cittadini a recuperare i ritardi nell’attuazione dei regolamenti e nell’attivazione degli organi di governance del Contratto di fiume ed in particolare del Forum dei portatori d’interesse, organismo fondamentale per condividere con il mondo associativo e il territorio le strategie e le proposte per la salvaguardia dell’intero bacino idrico del Liri. “I Comuni”, ha detto il sindaco di Morino, “sono parte attiva vertenziale per l’obiettivo di salvaguardia dell’intero territorio e della funzione vitale del fiume Liri”.

Il primo cittadino di Capistrello, Francesco Ciciotti, ha relazionato sulle attività svolte dal suo Comune in coincidenza dei recenti sversamenti. Ha già richiesto agli organi competenti quali Arta, Arpa e Cam le analisi, che sono state inviate sono state inviate al Comune di Capistrello senza rilievo di fattori inquinanti.

I due sindaci, Roberto D’Amico e Francesco Ciciotti hanno perciò proposto la convocazione della Regione Abruzzo, della Provincia dell’Aquila, che hanno sottoscritto il Contratto, con tutti gli organi competenti, per definire metodologie di controllo e interventi di valore strategico per invertire la tendenza di degrado della qualità delle acque per una prospettiva di rigenerazione di tutto il sistema idrico e fluviale, oltre che territoriale. Amilcare D’Orsi, membro del comitato tecnico scientifico del Contratto, ha tenuto una relazione sulle metodologie di analisi e rilievo dei fattori inquinanti e le indagini finora effettuate nell’ambito delle attività di ricognizione del Contratto di fiume.

Il sindaco di San Vincenzo Valle Roveto, Giulio Lancia, il vicesindaco di Civitella Roveto, Pierluigi Oddi e Gianni Petricca, tecnico del Comune di Morino, hanno proposto di richiedere agli organi competenti regionali e provinciali, un monitoraggio costante e continuativo della qualità delle acque, sulla base di una deliberazione normativa della stessa Giunta Regionale assunta nell’anno 2013.

Dopo ampio confronto con le associazioni presenti e partecipanti alla riunione, con le quali si intende attivare una strategia condivisa nell’interesse del territorio, i sindaci hanno deciso di chiedere immediatamente, con specifica nota da inviare nella giornata di lunedì, un incontro alla Regione Abruzzo e alla Provincia dell’Aquila, con i loro organi competenti, per attivare tutte le misure urgenti e di prospettiva strategica per la tutela del fiume e del territorio della Valle del Liri.

Potrebbe piacerti anche

INFORMATIVA: Questo sito si avvale di cookie per finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso clicca il link. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando su un articolo acconsenti all’uso dei cookie http://www.marsicalive.it/?page_id=66

Questo sito o strumenti terzi si avvalgono di cookie per finalità illustrate nella cookie policy ( http://www.marsicalive.it/?page_id=66 ). Se vuoi saperne di più o negare il consenso consulta la cookie policy. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie

Accetto