The news is by your side.

Inchiesta Celano, parla il presidente del consiglio Morelli: la città resti unita

1.825

Silvia Morelli

Celano. A seguito delle recenti vicende giudiziarie che hanno scosso profondamente la città di Celano arrivano le parole del presidente del consiglio comunale della città, l’avvocato Silvia Morelli, che invita la città a farsi forza e a contare sul suo senso di unità per far fronte al pesante clima che si è instaurato.

“Quale presidente del consiglio comunale”, dichiara Silvia Morelli, “vorrei esprimere la massima solidarietà alle persone coinvolte e alle loro famiglie per questa triste vicenda che la nostra comunità sta vivendo. Il ruolo che oggi rivesto non mi consente di esprimere giudizi su persone e fatti (incombenza che spetta alla magistratura) tanto più che non sono a conoscenza diretta delle vicende che stanno interessando amministratori e dipendenti del Comune di Celano. Mi addolora, però, profondamente il linciaggio mediatico di questi giorni pur riconoscendo l’importanza della stampa che non può esimersi dall’informazione”.

“Mi auguro che la magistratura faccia luce sui fatti emersi e che le persone coinvolte dimostrino la loro innocenza, fatti che io personalmente ho appreso solo dalla stampa. Auspico inoltre che tutta la popolazione celanese resti unita e non si lasci trasportare dalla morbosità di alcune notizie. A soffrire di questa incresciosa situazione non sono solo le persone indagate, i loro familiari ed amici ma tutta la popolazione che non merita la gogna mediatica con un danno di immagine di fronte a tutta l’Italia. Celano è la città dei S.S. Martiri e del Beato Tommaso, della cultura, delle chiese più belle d’Italia, del castello più bello d’Italia, dello sport, dell’agricoltura, dell’onestà e della caparbietà. Le mani dei celanesi profumano di lavoro”.

“Sono sicura che sarà fatta chiarezza sui fatti contestati agli amministratori e a tutti i dipendenti coinvolti. Ho fiducia nella magistratura. Il ruolo garantista che oggi rivesto non consente di abbandonarmi a considerazioni personali e a giudizi affrettati: un garantismo che spero sia condiviso da tutti i concittadini. La nostra città non si può fermare. È questo il momento di dimostrare le nostre reali potenzialità. Confido nella collaborazione di tutti affinché la macchina amministrativa continui ad operare nell’interesse di Celano”.

“Mi corre l’obbligo di garantire e preservare la dignità non solo del Consiglio Comunale e delle persone coinvolte in questa vicenda ma anche dei loro familiari (mogli, mariti, figli, genitori)”, conclude la nota del Presidente del Consiglio Comunale, “mi stanno particolarmente a cuore i bambini e i ragazzi e l’idea che possano soffrire apprendendo in maniera sbagliata notizie spiacevoli sui loro cari mi fa stare male. Sono sicura che insieme ne usciremo più forti di prima. Da parte mia assicuro tutto il mio impegno per Celano, la nostra città che amo profondamente, conscia della responsabilità che per il mio ruolo oggi rivesto. Con l’affetto e la stima di sempre”.

INFORMATIVA: Questo sito si avvale di cookie per finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso clicca il link. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando su un articolo acconsenti all’uso dei cookie http://www.marsicalive.it/?page_id=66

Questo sito o strumenti terzi si avvalgono di cookie per finalità illustrate nella cookie policy ( http://www.marsicalive.it/?page_id=66 ). Se vuoi saperne di più o negare il consenso consulta la cookie policy. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie

Accetto