The news is by your side.

Inchiesta Celano: bagarre in piazza, necessario l’intervento dei carabinieri

10.823

Celano. È stato necessario l’intervento dei carabinieri oggi pomeriggio a Celano dopo che un familiare del sindaco Settimio Santilli ha incontrato il consigliere comunale di minoranza Calvino Cotturone.

Cotturone si trovava vicino al palazzo comunale insieme a Michele Fina e Francesco Piacente, rispettivamente segretario regionale e provinciale del suo stesso partito, il Pd.

Nell’ordinanza che ha predisposto l’esecuzione delle misure cautelari che hanno raggiunto il primo cittadino di Celano, insieme al suo vice Filippo Piccone e altri amministratori oltre che imprenditori e professionisti, si legge che l’esposto da cui è partita l’inchiesta è stato presentato da Cotturone.

Il segretario del Pd cittadino si trovava in piazza per incontrare in Comune, insieme agli altri rappresentanti dell’amministrazione comunale, il commissario da poche ore insediatosi: Giuseppe Canale, viceprefetto in quiescenza.

Secondo la ricostruzione dei fatti, già scritta su una relazione dei militari dell’Arma, il familiare di Santilli si è scagliato contro il segretario del Pd Cotturone, inveendo e accusandolo per aver presentato l’esposto che ha dato vita all’inchiesta che ha provocato in città un vero e proprio terremoto.

Quando il familiare di Santilli si è reso conto che erano stati chiamati i carabinieri, pare sia tornato alla carica nei confronti anche del segretario regionale del Pd Fina.

Sul posto sono intervenuti i carabinieri della locale stazione.

INFORMATIVA: Questo sito si avvale di cookie per finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso clicca il link. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando su un articolo acconsenti all’uso dei cookie http://www.marsicalive.it/?page_id=66

Questo sito o strumenti terzi si avvalgono di cookie per finalità illustrate nella cookie policy ( http://www.marsicalive.it/?page_id=66 ). Se vuoi saperne di più o negare il consenso consulta la cookie policy. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie

Accetto