The news is by your side.

Inchiesta appalti Capistrello, il sindaco Ciciotti si dimette. Possibili elezioni a maggio

Capistrello. Il sindaco Francesco Ciciotti ha deciso di rassegnare le dimissioni da primo cittadino. Lo ha maturato in questi giorni alla luce dell’inchiesta sugli appalti comunali che ha portato al suo arresto e a quello di altre due persone tra cui l’ex consigliere Corrado Di Giacomo e il tecnico Romeo Di Felice. I tre sono difesi dagli avvocati Antonio Milo, Roberto Verdecchia e Franco Colucci.

Nei giorni scorsi Ciciotti era stato sospeso dalla carica amministrativa dalla Prefettura dell’Aquila e la fascia tricolore era andata al vicesindaco Geltrude Scatena. Adesso bisognerà capire se la scelta di Ciciotti porterà il prefetto a lasciare il Comune nelle mani del vicesindaco oppure ad affidarlo a un commissario prefettizio che potrebbe traghettarlo fino a nuove elezioni, le quali potrebbero esserci a maggio in concomitanza con le europee.

Attualmente il primo cittadino si trova ancora agli arresti domiciliari ma alla luce di questo passo la misura cautelare potrebbe essere rivista dal giudice.

Potrebbe piacerti anche