The news is by your side.

Incendio all’azienda agricola Iperortaggi a Luco dei Marsi, si indaga sulle cause del rogo

117

Luco dei Marsi. Si indaga sulle cause del rogo divampato nella notte nell’azienda Iperortaggi di Luco dei Marsi. Le fiamme si sono alzate a diverse decine di metri in quanto a bruciare è stato anche molto materiale da imballaggio. All’interno dei capannoni ci sono numerose e grandi celle frigorifere. Gli inquirenti non escludono che proprio da quest’area si potrebbe essere propagato il rogo. Sotto osservazione ci sono le celle frigorifero da dove potrebbe essere partito un corto circuito.

Il violento incendio è divampato poco mezzanotte all’interno di un’azienda agricola nella periferia del comune di Luco dei Marsi. L’incendio ha interessato una vasta porzione del capannone industriale che ospitava depositi e impianti di lavorazione di prodotti agricoli. Necessari per lo spegnimento dell’incendio, oltre che i vigili del fuoco del vicino distaccamento di Avezzano, anche squadre della sede centrale dell’Aquila, del distaccamento di Sulmona, dei vigili volontari di Carsoli e del Comando di Frosinone.

Ancora in corso le attività di contenimento e bonifica dell’incendio cui seguiranno quelle di messa in sicurezza dell’intera area. I carabinieri della locale stazione, coordinati dal maresciallo Marco Fanella, stanno lavorando in collaborazione con i vigili del fuoco per rintracciare le causa del rogo.

 

INFORMATIVA: Questo sito si avvale di cookie per finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso clicca il link. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando su un articolo acconsenti all’uso dei cookie http://www.marsicalive.it/?page_id=66

Questo sito o strumenti terzi si avvalgono di cookie per finalità illustrate nella cookie policy ( http://www.marsicalive.it/?page_id=66 ). Se vuoi saperne di più o negare il consenso consulta la cookie policy. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie

Accetto