News in tempo reale

In 500 in strada per dire no all’impianto di compostaggio di Massa d’Albe

Massa d’Albe. Oltre 500 persone in corteo per le vie del paese per dire no all’impianto di compostaggio di Massa d’Albe. In tanti hanno partecipato questo pomeriggio alla manifestazione di protesta contro l’impianto Cesca che dovrebbe sorgere lungo la provinciale nella cava della società. Il comitato ha organizzato la manifestazione per ribadire no al progetto. I partecipanti hanno sfilato per le strade di Massa d’Albe fino ad arrivare davanti al Comune dove Evelina Armati, presidente del comitato, e poi il dottor Guido Di Mattia e altri rappresentanti istituzionali hanno spiegato perchè hanno deciso di dire no all’impianto. I rappresentanti istituzionali dei Comuni di Scurcola, Magliano ed Avezzano, hanno sfilato con i manifestanti. Erano presenti tra gli altri alla manifestazione l’assessore all’Ambiente del comune di Magliano, Antonio Morgante, il vicesindaco di Scurcola Antonio Bartolucci, il presidente del  Parco Sirente Velino Simone Angelosante, ass ambiente Roberto Verdecchia, consigliere comunale Ignazio Iucci, consiglieri regionali Emilio Iampieri e e Peppe Di Pangrazio, il consigliere  provinciale Pasqualino Di Cristofaro, il legale Herbert Simone, e le associazioni Wwf, Italiana nostra, comitato Piani Palentini, associazione il Salviano, Amici di orso Bernardo, Libera, Gruppo Alpini, Comitato di San Benedetto e altre associazioni. Le amministrazioni di Magliano e Scurcola hanno confermato che in consiglio approveranno una delibera contro l’impianto. Durante la manifestazione sono stati raccolte anche le firme contro l’impianto.